in

Rovigo: litiga con la fidanzata e si taglia la gola, grave un 39enne

Rovigo: si taglia la gola dopo una violenta lite con la compagna. Ora l’uomo, un 39enne, è ricoverato in gravissime condizioni. Un folle gesto dimostrativo dettato molto probabilmente dalla sua incapacità di accettare la fine della relazione. L’uomo ha cercato di togliersi la vita tagliandosi la gola con il vetro di una bottiglia; è stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale dove è stato ricoverato con prognosi riservata, dopo essere stato operato d’urgenza.

L’uomo avrebbe agito in preda ad una crisi isterica. Una prassi a tutti noi tristemente nota, che nella maggior parte dei casi sfocia in un femminicidio o omicidio-suicidio. Nel caso in questione è stata la fidanzata del 39enne a chiedere l’intervento dei carabinieri al culmine di una furiosa lite con l’uomo che è andato in escandescenza. L’uomo aveva infatti iniziato improvvisamente a colpirsi la gola sino fino a ferirsi gravemente e perdere molto sangue.

Potrebbe interessarti anche: Strage di Francavilla news: cocaina nell’auto di Filippone, ha drogato la figlia prima di ucciderla?

Quando i militari sono arrivati sul posto, hanno trovato il 39enne ferito a terra in una pozza di sangue nei pressi del bar ‘Amicizia’, in via Vittorio Veneto, nel quartiere Tassina. I testimoni sentiti dai carabinieri hanno riferito che l’uomo era uscito a piedi poco prima dal bar con un amico. In quel frangente sarebbe giunta la sua fidanzata, di 47 anni, a bordo di un’auto. Tra loro sarebbe nato un acceso diverbio, i due si sarebbero addirittura azzuffati. Pare tuttavia che non si tratti di una eccezione ma che tra la coppia capitasse spesso di venire alle mani.

 

ultimi sondaggi politici 2018 governo conte

Giuseppe Conte intervista a La Repubblica e curriculum: “Deluso da Mattarella, Savona era ottimo”

Ferrovie dello Stato

Assunzioni Ferrovie dello Stato giugno 2018: il Recruiting Day, ecco le offerte di lavoro presenti (GUIDA)