in

Sabrina Malipiero uccisa a Pesaro news: spaccio di droga nella sua casa? Nuove indiscrezioni

Sabrina Malipiero uccisa a Pesaro ultime notizie: Ris di nuovo nella casa del 38enne marocchino Zakaria Safri, ubicata in via Faenza 9, zona Tombaccia, E’ lui al momento l’unico sospettato dell’efferato omicidio della commessa 53enne, separata e madre di due figli grandi, assassinata una settimana fa all’interno della propria abitazione. La Scientifica cerca nuove tracce biologiche, abiti e sostanze stupefacenti oltre alla droga già rinvenuta nella scena del crimine, ma anche altri telefoni cellulari e materiale che permetta di ricostruire meglio lo scenario di questo delitto che, stando alle indiscrezioni di questi giorni, sarebbe maturato per motivi economici.

Vittima e carnefice, è stato appurato, si conoscevano e Safri frequentava la casa della donna. Ma non era l’unico. Pare infatti – ma l’indiscrezione deve ancora trovare conferma ufficiale da parte di chi indaga – che nella abitazione di Sabrina Malipiero ci fosse un via vai di uomini che lì dentro si fornivano di droga. Arrestato dopo avere confessato il delitto, il marocchino ha poi ritrattato. Ha detto di avere trovato la donna già agonizzante ma diversi indizi lo smentiscono, Il suo legale ha spiegato a Il Resto del Carlino: “Invierò a tutti i conoscenti che frequentavano la casa diSabrina Malipiero un invito a presentarsi nel mio studio per delle indagini difensive […] sentirò anche persone finora mai convocate, e approfondirò dichiarazioni già date confrontandole con i tempi e i luoghi. Ho visto che sono stati presi a verbale solo tre o quattro visitatori della casa, altri sono stati lasciati fuori oppure ascoltati con molta fretta. Io vorrei ascoltarli meglio, farmi raccontare di più come funzionavano le visite in quell’abitazione, da dove arrivava la droga, chi la comprava, chi la vendeva, chi la consumava. Insomma, fare chiarezza su luoghi, fatti e personaggi”.

Leggi anche: Uccisa a Pesaro, accadeva a casa di Sabrina Malipiero: sconcertante indiscrezione

Sono ancora tanti, a quanto pare, gli aspetti poco chiari di questa vicenda omicidiaria. Sarebbe stato appurato, tuttavia, che Safri non era l’unico soggetto a conoscere quella casa e che all’interno avesse luogo uno spaccio di sostanze stupefacenti. Chi siano le persone coinvolte non è ancora chiaro. Sabrina Malipiero, secondo quanto emerso finora dalle indagini, ha aperto la porta al suo presunto assassino, che le doveva dei soldi. Si parla di circa 1.600 euro.

Assunzioni Banca Mediolanum 2018, importanti offerte di lavoro: ecco posizioni aperte e requisiti

Fiorello Gassman Twitter

Fiorello show su RaiUno 2018: ecco quando andrà in onda, in attesa dell’annuncio ufficiale