in ,

Salone di Ginevra 2018 novità auto: il futuro delle quattro ruote tra elettrico e sport

Il Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra si conferma vetrina importante per il mercato mondiale dell’automotive. I padiglioni del Palexpo stanno ospitando l’88esima edizione della celebre kermesse dedicata alle quattro ruote dove quasi tutti i brand più importanti mettono in mostra le principali novità auto, con un occhio di riguardo per il futuro dell’automobile: sostenibilità e mobilità elettrica sono le parole d’ordine e a confermalo sono i tanti modelli che verranno presentati al grande pubblico. Auto elettriche e ibride dunque a farle da padrona e a questo proposito è da qui che vogliamo partire presentandovi le principali novità in mostra a Ginevra che abbiamo osservato attentamente da vicino durante la nostra visita tra anteprime mondiali ed europee di assoluto valore. Il futuro passa ad esempio da Honda, che al Salone mette in mostra tre Concept: il Concept Urban EV torna in Europa dopo l’anteprima mondiale al Salone di Francoforte a settembre 2017 esprimendo l’intenzione di Honda di entrare nel mercato euroepo dei veicoli elettrici, con l’introduzione di una versione di serie in programma per il 2019; il pubblico potrà poi ammirare anche il Concept Sports EV. Con un design accattivante ed il centro di gravità basso, lascia intravedere il look dell’auto elettrica sportiva del futuro. L’ultimo componente del trio elettrico a Ginevra è NeuV. Presentato in anteprima al CES (Consumer Electronics Show, Fiera dell’elettronica di consumo) nel 2017, NeuV è un avanzato Concept elettrico dotato di funzioni autonome ed intelligenza artificiale. Spazio poi anche ad un grande classico, Honda CR-V che arriva sul mercato con la nuova versione con l’opzione di propulsore ibrido. Le novità per la casa nipponica si concludono infine con l’anteprima della Jazz X-Road.Honda Concept Ginevra

Uno sguardo al futuro lo da anche Renault che mette in mostra al Salone di Ginevra il veicolo elettrico condiviso Ez-Go, al suo esordio assoluto. Il famoso brand francese, che festeggia i 120 anni di servizio clienti, ha portato al Palexpo anche le nuove motorizzazioni di Zoe, Scenic e Captur, oltre alla versione S-Edition di Talisman, un modello esclusivo più elegante che inaugura il nuovo motore benzina 1.8 TCe 225 CV. Peugeot risponde con l’anteprima mondiale della nuova 508 First Edition, edizione limitata con un accattivante allestimento GT. Accanto a questa vettura ad alto profilo anche la nuova Rifter e la Rifter 4×4 Concept. In mostra e sotto i riflettori anche la Car of the Year 2018, la Volvo XC40. Passando ai SUV, dominano gli ibridi e le elettrificate: partiamo dalla nuova Jaguar I-PACE, il primo crossover a batteria ad alte prestazioni che cercherà di dare filo da torcere a Tesla; il marchio inglese poi svela anche il Range Rover SV Coupé. Hyundai invece toglie i veli da Kona EV, suv elettrico compatto, a cui si affiancano anche la nuova versione della Santa Fe e sopratutto l’anteprima europea della nuova Nexo, “Future Utility Vehicle”. Rimanendo nell’ambito delle auto del futuro, c’è anche Volkswagen che portato in Svizzera la concept Volkswagen I.D. Vizzion, una vettura 100% elettrica a guida autonoma.

Tra le tedesche, Mercedes da spazio alla classe A e alla AMG GT Coupé4 oltre ai restyling di classe C e classe S Maybach, alla G 63 AMG e al classe X V6. BMW risponde con i restyling della Serie 2 Acrive Tourer e del Grand Tourer; grande interesse poi per la X4 che arriva alla seconda generazione basata sugli sviluppi della piattaforma dell’X3 e in particolare mette in mostra anche due versioni M Performance: la M40i da 360 CV e la M40d da 326 CV. Notevole anche la presenza della Concept M8 Gran Coupé, la serie limitata M3 CS e sopratutto la i8 Roadster con un aggiornato powertrain ibrido plug-in. Sia Audi che Toyota lanciano due modelli ibridi, rispettivamente la A6 e la Prius potenziata a 180CV. Ibridi anche i compact SUV di Lexus che presenta l’UX e di Skoda che mostra la concept car Vision X con un’esclusiva propulsione ibrida a metano.

Salone di Ginevra 2018 Nissan

Nissan guarda avanti presentando il futuristico concept IMx Kuro che oltre ad un design estero e molto moderno, è dotato dell’innovativo sistema di guida B2V Brain to Vehicle in grado di guidare l’auto interpretando i segnali provenienti dalla mente umana e trasformandoli in azioni meccaniche. Spazio anche per presentare l’auto che parteciperà al prossimo campionato di Formula E. Mazda ha dato sfoggio di eleganza con il Vision Coupé mentre per Ford sotto i riflettori sono state messe la nuova generazione di Fiesta e sopratutto la Mustang BULLIT Limited Edition, che celebra il 50° anniversario del leggendario film arrivando per la prima volta in Europa proprio a Ginevra: questo bolide è dotato di motore V8 5.0 Open Air Induction System, collettore di aspirazione, corpi farfallati da 87 mm e calibrazione del modulo di controllo del powertrain della Shelby Mustang GT350, che la rendono in grado di “sprigionare” 464 CV e 529 Nm di coppia.

Salone Ginevra Mustang

Vogliamo concludere questa presentazione delle novità auto del Salone di Ginevra con le supercar in mostra alla kermesse svizzera. Partiamo innanzitutto dalle novità assolute, con la limousine elettrica a guida autonoma Venere del marchio cinese LVCHI Auto, un progetto con una grande impronta italiana dettata dai designer e dalla tecnologia messa in campo da I.DE.A Institute, storica società piemontese che opera a livello mondiale dal 1978. Le linee di Venere ricordano in parte la Porsche Panamera, con ampi spazi all’interno e rifiniture di prim’ordine, offre confort e prestazioni uniche con la possibilità di viaggiare fino a 280 km/h con un’autonomia di circa 600 km e la possibilità di essere ricaricata Questa auto d’alto profilo sarà dapprima esclusiva del mercato cinese e fa parte di un piano industriale che prevede lo sviluppo del brand anche in Europa entro il 2022 con l’inserimento sul mercato del vecchio continente di una berlina 5 porte. Tornando ai grandi classici, la Ferrari ha presentato la nuova Ferrari 488 Pista: più leggera di 90 kg rispetto alla 488 GTE, ha un motore V8 3.9 turbo dotato di 720 CV che ne fanno la più performante serie speciale di sempre. Da Woking poi arriva invece la McLaren Senna, un’edizione limitata in 500 esemplari con 800 Cv erogati dal motore V8 biturbo di 4 litri di cilindrata in grado di andare da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi. Aston Martin guarda al futuro facendo un tuffo nel passato: a Ginevra infatti il marchio Lagonda si rinnova e rinasce con la nuova Vision Concept che coniuga guida autonoma e propulsione elettrica. Lamborghini poi, oltre a dare ampio spazio al primo SUV Urus, svela la Lamborghini Hùracan Performante Spyder: motore V10 aspirato da 5,2 litri, trazione integrale permanente, può passare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e da 0 a 200 km/h in 9,3 secondi. Tocca una velocità massima di 325 km/h, pari a quella della versione Coupé, mentre lo spazio di frenata da 100 km/h all’arresto totale è di soli 31,5 m. Concludiamo con altri due marchi prestigiosi: Porsche, che a Ginevra ha portato in anteprima mondiale la Mission E Cross Turismo, la concept di un Cross Utility Vehicle (CUV) elettrico, dotata di due motori sincroni a magneti permanenti (PSM) con una potenza di oltre 600 CV (440 kW); infine Bugatti, che in Svizzera ha tolto i veli a Chiron Sport, un’autentica hypercar da 1.500 CV motorizzata con un W16 da 8.0 litri e una coppia massima di 1.600 Nn.Salone Ginevra Venere

Terremoto oggi Trento: scossa magnitudo 2.8 a Storo

Terremoto oggi in Sicilia: tre scosse magnitudo fino a 3.3 a Ragalna (Catania)

Uomini e Donne gossip, Alex Migliorini parla della crisi con Alessandro D’Amico: “Avevamo bisogno di stare un po’ separati”