di Antonio Paviglianiti in

Chi ha salvato Minzolini? Tutto quello che devi sapere


 

Chi ha salvato Minzolini? Perché il Senatore di Forza Italia è stato condannato a due anni e mezzo? Qual è l’accusa? Quali i numeri che lo hanno salvato? Ecco tutto quello che devi sapere

Chi ha salvato Minzolini? Chi ha votato contro la sua decadenza? Ecco tutto quello che sappiamo. Quarantadue esponenti della maggioranza con FI: uniti nel dire ‘no’ alla decadenza di Augusto Minzolini da senatore. Numericamente sta tutto qui il ‘patto’, secondo l’accusa del M5S, tra maggioranza e azzurri sul voto che ha trascinato nel caos Palazzo Madama. Un voto netto, quello contro la decadenza di Minzolini, e in particolare sull’ordine del giorno di FI che respingeva la deliberazione della Giunta delle Immunità.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA POLITICA ITALIANA

Augusto Minzolini: di cosa è stato accusato?

La ragione della richiesta era la condanna definitiva a 2 anni e sei mesi subita da Minzolini per peculato continuato: in base alla legge Severino del 2012, chi ha ricevuto condanne superiori ai due anni non può ricoprire la carica di senatore o deputato. Minzolini aveva detto che anche se il Senato avesse respinto la richiesta di decadenza lui si sarebbe dimesso lo stesso.
Durante la sua direzione del TG1, Minzolini ricevette una carta di credito aziendale come benefit aggiuntivo: secondo i giudici che lo hanno condannato, usò la sua disponibilità di denaro in maniera spregiudicata e senza rendicontare le spese in maniera corretta. In particolare, i giudici hanno sostenuto che Minzolini non fornì le giustificazioni per circa 65 mila euro spesi in pasti utilizzando la sua carta di credito aziendale.

—> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST

Chi ha salvato Minzolini? I nomi pubblicati dal blog di Grillo

In totale, i “sì” all’odg sono stati 137, i “no” 94, gli astenuti 20. Ma nel mirino – nonché in una lista pubblicata sul blog di Beppe Grillo – sono finiti i 19 Dem che hanno detto sì a FI. La lista include pochi renziani: più ex civici, franceschiniani, ex storici militanti del Pci.

Ecco i nomi: Capacchione, De Biasi, la vicepresidente del Senato Di Giorgi Fasiolo, Fattorini, Favero, Fiossore, Giannini, Ichino, Manconi, Maran, Margiotta,Moscardelli, Mucchetti, Scalia, Sposetti, Susta, Tonini, Tronti. Nomi ai quali, sempre per la maggioranza, vanno aggiunti i 23 sì arrivati da Ap e i 7 voti a favore giunti dal Gruppo Autonomie.
Allargando il campo, all’odg azzurro hanno detto sì anche verdiniani, Lega e Cor. Compatti a favore della decadenza, invece, oltre ai senatori M5S anche gli scissionisti del gruppo Mdp (solo 4 le assenze).

Chi ha salvato Minzolini? Ecco i voti decisivi

Ma sono i voti della maggioranza ad esser stati decisivi anche perché, al Senato, l’astensione vale come voto contrario. Così come decisivi sembrano esser stati anche i 24 senatori Dem assenti, di cui solo 7 ‘giustificati’. Assenti che il blog di Grillo mette sul banco degli imputati pubblicando – al pari dei 19 sì – nomi e cognomi dei parlamentari Pd. Con un titolo che non lascia spazio a dubbi: “La lista dei senatori Pd che hanno salvato Minzolini e cancellato la Severino”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook