in ,

San Teodoro omicidio Erika Preti: nuovo dettaglio mette nei guai il fidanzato indagato

San Teodoro omicidio Erika Preti: le ultime novità dalle indagini riferiscono che dopo il sopralluogo di venerdì nella villetta del delitto, sita in località Lu Fraili, le uniche impronte digitali rinvenute apparterrebbero esclusivamente a Dimitri Fricano e di Erika Preti, uccisa con diverse coltellate alla gola esattamente una settimana fa. Nessuna traccia di estranei, dunque.

Il suo fidanzato Dimitri Fricano, indagato a piede libero dalla procura di Olbia per omicidio volontario, è stato spostato nel reparto di Psichiatria dell’ospedale di Olbia; nel frattempo il medico legale sta accertando la natura delle ferite rinvenute su di lui, in particolare la contusione sulla fronte che il 30enne dice avergli provocato il presunto rapinatore introdottosi in casa, che lo avrebbe colpito e stordito, per poi uccidere la fidanzata.

La vittima, Erika Preti:

Nonostante le prime indagini tuttavia nessun riscontro oggettivo che possa avvalorare la sua versione dei fatti (aggressione a scopo di rapina, cioè) sarebbe stato trovato nella scena del crimine. Non solo, dopo l’ennesimo sopralluogo il Ris avrebbe ribadito – smentendo dunque la versione fornita dall’indagato – che nella villetta non mancherebbe niente. Nulla sarebbe stato rubato, tanto meno oggetti preziosi. Non risulterebbe nemmeno alcun segno di effrazione su porte e finestre. Dettagli, questi, che fanno oltremodo vacillare il racconto di Dimitri Fricano.

San Teodoro omicidio Erika Preti: il fidanzato indagato ha la passione per i coltelli, solo una coincidenza?

Intanto ieri, sabato 17 giugno, si sono svolti i funerali della 28enne biellese uccisa nella chiesa di Pralungo, sulle note di “Un tappeto di fragole” dei Modà.

 

bando startup innovative

Bando startup innovative: al via “Campania Start Up Innovativa”

henri cartier-bresson san gimignano

Henri Cartier-Bresson San Gimignano 2017: in mostra 140 scatti del pioniere del foto-giornalismo