di Antonio Paviglianiti in

Sanremo 2018 ospiti: chi salirà sul palco del Teatro Ariston? Ecco la lista dei papabili con diversi volti internazionali


 

Sanremo 2018 ospiti, quali volti sul palco del Teatro Ariston? Tanti nomi internazionali, ecco tutto quello che c’è da sapere!

Ormai ci siamo, manca sempre meno a Sanremo 2018: nella giornata di domani, martedì 9 gennaio 2018, saranno svelati i due co-conduttori che affiancheranno Claudio Baglioni a partire dal 6 febbraio. I nomi caldi, come noto, sono quelli di Michelle Hunziker e dell’attore romano Pierfrancesco Favino. Ma quello che in tanti si chiedono è: chi saranno gli ospiti del prossimo Festival di Sanremo 2018? Tanti nomi caldi, ecco tutto quello che c’è da sapere.

Leggi anche: Il cachet di Michelle Hunziker a Sanremo 2018

Sanremo 2018 ospiti: ecco la lista dei papabili, tanti volti internazionali

Quali ospiti al Sanremo 2018? Se si seguirà il modello Carlo Conti i nomi saranno svelati solo in dirittura d’arrivo del Festival. Però, ci sono tante voci che circolano nelle ultime settimane: ospite al Sanremo 2018 potrebbe esserci Laura Pausini (che sta per presentare il nuovo disco), insieme al neonato trio Pezzali, Nek e Renga. E ancora, nomi caldi sono quelli di Renato Zero, Biagio Antonacci fresco di nuovo album, al Volo e a Sting che potrebbe arrivare in una veste diversa da quella di popstar.

Altri nomi sono quelli di Rita Ora (cantante, modella e attrice in film come 50 Sfumature di Nero), oppure Dua Lipa (la sua Be the one è stato un bel successo anche in Italia). Non si escludono neanche altri nomi nazional-popolari della televisione italiana: da Pippo Baudo a Carlo Conti, passando per Fabio Fazio. E ancora, il nome caldo insieme a quello di Claudia Gerini è relativo alla presenza di Gianni Morandi…

Sanremo 2018 cantanti in gara: la lista dei 20 big

I primi 5 nomi svelati per Sanremo 2018 big: si tratta di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli «(Il segreto del tempo»), Nina Zilli («Senza appartenere»), The Kolors («Frida»), Diodato e Roy Paci («Adesso»), Mario Biondi («Rivederti»).

Successivamente viene annunciata la seconda cinquina: Luca Barbarossa («Passame er sale»), Lo Stato Sociale («Una vita in vacanza»), Annalisa («Il mondo prima di te»), Giovanni Caccamo («Eterno»), Enzo Avitabile e Peppe Servillo («Il coraggio di ogni giorno»).

L’undicesimo Big in gara al prossimo Festival di Sanremo 2018 sarà Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico («Imparare ad amarsi»). E poi: Renzo Rubino («Custodire») e Noemi («Non smettere mai di cercarmi»). Spazio anche a Ermal Metal in coppia con Fabrizio Moro («Non mi avete fatto niente»), Le Vibrazioni («Così sbagliato») e Ron («Almeno pensami»). Chiudono il cerchio  Max Gazzè («La leggenda di Cristalda e Pizzomunno») e i Decibel («Lettera dal Duca»). Bomba finale con l’annuncio di Elio e Le Storie Tese (Arrivederci) e Red Canzian (“Ognuno ha il suo racconto”).

Sanremo 2018 regolamento: cosa sappiamo?

Qual è il regolamento di Sanremo 2018? Cosa sappiamo sulla sessantottesima edizione? Ecco tutto quello che c’è da sapere:

  • Sono 20 le canzoni in gara, ma con una durata portata a 4 minuti massimo.
  • Non ci saranno eliminazioni: tutte le 20 canzoni dei Big arrivano alla serata finale, così come le 8 delle Nuove Proposte;
  • La Quarta serata, quella di venerdì 9, è dedicata ai Duetti (non più alle cover): “i Campioni interpreteranno ognuno la propria canzone insieme a un artista Ospite, da loro individuato, in accordo con il Direttore Artistico e con RAI-Direzione di Rai Uno”, si legge nel regolamento; la Rai si riserva di premiare la migliore esecuzione.
  • Possono partecipare anche i gruppi;
  • Nella prima sera si sentiranno tutte e 20 le canzoni dei Campioni in gara;
  • I Campioni possono presentare le proprie candidature entro il 9 dicembre e la Rai si riserva la possibilità di invitare artisti entro il 16 dicembre: l’iscrizione sarà formalizzata entro il 20 dicembre;
  • Le canzoni devono essere in italiano: parti in dialetto o in lingua non pregiudicano l’italianità del testo; per i Duetti del venerdì si può valutare l’inserimento di parti in altra lingua;
  • Cambiano le Giurie, con la Demoscopica che scende subito in campo e lascia poi agli esperti nella Quarta serata; sempre attiva la Giuria della Sala Stampa, anche nella finale;
  • Perde peso la Giuria degli esperti, che vale il 20% del totale del voto nelle serate in cui entra in gioco;
  • Il vincitore Big può andare a Eurovision Song Contest 2018: se non vuole, sarà la Rai e/o gli organizzatori di ESC si riservano il diritto di scegliere il partecipante secondo propri criteri;

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanSpettacolo

Leggi anche

Commenta via Facebook