in

Sara Di Pietrantonio uccisa e data alle fiamme dal fidanzato, lui: “Forse sono un mostro”

Omicidio Sara Di Pietrantonio ultime notizie, l’ex fidanzato confessa: “Forse sono un mostro”. Durante la diretta di Quarto Grado, andata in onda ieri venerdì 23 marzo, è stato trasmesso il filmato delle dichiarazioni di Vincenzo Paduano agli inquirenti. Una confessione reticente, quella del ragazzo condannato in primo grado all’ergastolo per il delitto.

La 22enne fu barbaramente assassinata – speronata in auto, strangolata e poi data alle fiamme lungo la via della Magliana  a Roma – la notte del 29 maggio 2016. Paduano, che avrebbe trucidato Sara perché ‘rea’ di averlo lasciato due anni prima, dopo anni di esasperazione e morbosa gelosia che la portarono a decidere di interrompere la loro relazione, non poteva sopportare la fine della loro storia e la stalkerizzò con minacce e messaggi molesti, fino al pedinamento e al barbaro omicidio.

Potrebbe interessarti anche: Omicidio Giulia Ballestri: Matteo Cagnoni si difende in aula e la calunnia

“Non ricordo bene, ve lo giuro: volevo solo spaventarla”, racconta Vincenzo nel video mandato in onda dal programma Mediaset. Gli inquirenti lo incitano a ripercorrere quella terribile sera del 9 maggio 2016, e così Paduano confessa: “Lei scappava dalla macchina perché avevo già aperto la bottiglietta”, che conteneva alcol, che le indagini hanno dimostrato l’uomo aveva già preparato e riposto nella propria vettura con l’intenzione di fare quello che ha fatto. Alla fine della confessione Paduano chiede tra le lacrime: “Sono un mostro: che potevo fare?“. A questa domanda rispondono subito gli inquirenti: “Come che poteva fare? Poteva salvarle la vita. Poteva fare tutto”.

Europei Under 19, brilla la stella dell’Italia Scamacca: che rimpianto per la Roma

Akash Kumar Ballando con le Stelle 2018

Ballando con le Stelle 2018 Akash Kumar litiga con tutti e ha un “tono insopportabile”