in

Scadenze fiscali aprile 2018: quali date da cerchiare in rosso? Da Spesometro a Iva (GUIDA)

Scadenze fiscali 2018, il mese di aprile è caratterizzato da numerosi appuntamenti con il Fisco, concentrati soprattutto in alcuni giorni. Qui di seguito il calendario completo – disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate – con la lista di tutte le tasse da pagare e le novità in materia fiscale. Si parte il 3 aprile con la consegna delle Certificazioni Uniche, si prosegue il 16 con il versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie e si finisce il 30, ultimo giorno utile per la presentazione della dichiarazione Iva 2018.

Leggi anche: Tutte le curiosità sullo Spesometro 2018

Scadenze fiscali aprile 2018: tutti gli appuntamenti delle prime due settimane

Ecco tutte le scadenze fiscali delle prime due settimane di aprile 2018:

3 APRILE 2018

  • Consegna agli interessati della Certificazione Unica (c.d. CU 2018) contenente i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e alle certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi corrisposti nel 2017;
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dell’eventuale annullamento dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferite all’anno precedente;

6 APRILE 2018

  • Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. spesometro) nel secondo semestre solare del 2017;

16 APRILE 2018

  • Versamento, a titolo di acconto, di una somma pari al 95% dell’imposta di bollo provvisoriamente liquidata per il 2018;
  • Versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax) dovuta sulle operazioni su strumenti finanziari derivati e su valori mobiliari effettuate nel mese precedente;
  • Sostituti d’imposta: versamento ritenute operate nel mese precedente;
  • Versamento della 2° rata del saldo IVA relativa all’anno d’imposta 2017 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, con la maggiorazione dello 0,33% a titolo di interessi;
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente
  • Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 marzo 2018, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve);
  • Pubblicazione del modello 730 precompilato 2018, in riferimento ai redditi registrati nel 2017, che però potrà essere modificato e inviato a partire dal 2 maggio 2018;

Scadenze fiscali aprile 2018: tutti gli appuntamenti di fine mese

Ecco tutti gli appuntamenti fiscali e le relative scadenze della seconda parte del quarto mese del 2018:

20 APRILE 2018

  • Trasmissione telematica della dichiarazione trimestrale IVA riepilogativa delle operazioni effettuate nel trimestre precedente e contestuale versamento dell’Iva dovuta in base alla stessa. L’obbligo di comunicazione sussiste anche in caso di mancanza di operazioni nel trimestre;
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente;

26 APRILE 2018

  • Presentazione degli elenchi riepilogativi (Intrastat) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel primo trimestre del 2018 nei confronti di soggetti UE;

30 APRILE 2018

  • Versamento della 2° rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2018;
  • Versamento dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di marzo 2018 nonché gli eventuali conguagli dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di febbraio 2018;
  • Versamento della seconda rata trimestrale del Canone TV. Per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica nel luogo in cui hanno la loro residenza anagrafica il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate;
  • Versamento della prima rata di acconto dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti. Si rammenta che l’acconto è dovuto nella misura del 95% dell’imposta sostitutiva che risulta dovuta sulle operazioni effettuate nell’esercizio precedente ed è versato in due rate: la prima, nella misura del 45%, entro il 30 aprile; la seconda, nella restante misura, entro il 31 ottobre;
  • Presentazione della dichiarazione IVA 2018 relativa all’anno d’imposta 2017;
  • Presentazione telematica della dichiarazione dei redditi (Modello Unico 2017) relativa alle persone decedute tra il 1° luglio 2017 e il 31 ottobre 2017.

Jessica Faoro uccisa a Milano: fratello riconosce moglie tranviere e la minaccia

Chi è Sergio Battelli, il tesoriere del M5S con la terza media