in

Scadenze fiscali febbraio 2018: adempimenti Irpef, Inps, Iva, la guida completa e le date utili

Scadenze fiscali febbraio 2018, il secondo mese dell’anno porta con sé i primi accorgimenti da tenere sotto controllo in ambito di materia fiscale. Quali sono le date utili per Irpef, Insp e Iva? Quali sono i giorni da cerchiare in rosso a cui prestare parecchia attenzione? Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Leggi anche: Tutte le news fiscali con UrbanPost

Scadenze fiscali febbraio 2018: invio dichiarazione IVA

Tra le scadenze fiscali di febbraio 2018 si segnala l’invio della dichiarazione IVA a partire da oggi, giorno 1 febbraio 2018. La scadenza per l’invio telematico della dichiarazione Iva annuale è fissata al 30 aprile 2018 e, con provvedimento del 15 gennaio, è stato messo a disposizione il modello ufficiale e definitivo da utilizzare e le relative istruzioni.

Scadenze fiscali febbraio 2018: adempimenti Iva, Irpef e Inps

Scadenze fiscali febbraio 2018, entro giorno 16 di questo mese i liberi professionisti dovranno produrre la documentazione fiscale utile per gli adempimenti Iva, Irpef e Inps. Ecco cosa c’è da sapere:

  • versamento Irpef relativo alle ritenute alla fonte a titolo d’acconto effettuate dai sostituti d’imposta sui redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente comprensivo di addizionali comunali e regionali e sui redditi da lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente.
  • versamento contributi Inps dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di novembre.
  • versamento Iva relativa al mese di gennaio 2018 per i contribuenti con liquidazione mensile. Bisognerà utilizzare il codice tributo 6001 nella sezione “Erario” del modello F24.

Dl Fiscale 2018 testo

Scadenze fiscali febbraio 2018: Lipe Trimestrali

Entro la scadenza del 28 febbraio 2018 sarà necessario trasmettere la comunicazione delle liquidazioni Iva periodiche, le Lipe trimestrali relative al quarto trimestre del 2017.

Scadenza Modello 730 2018: quali sono le date secondo il calendario fiscale?

Come riportato anche Ipsoa, il Modello 730 (sia nella versione precompilata che ordinaria) avrà scadenza, dal 2018, in data 23 luglio. Con l’emendamento approvato, la scadenza del 7 luglio dovrebbe rimanere solo per la presentazione al sostituto d’imposta. Invece, negli altri casi (presentazione diretta e al CAF), la scadenza è unificata al 23 luglio.

Queste le date che dovrebbero essere rispettate dai CAF:

  • il 29 giugno di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno;
  • il 7 luglio di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno;
  • il 23 luglio di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23 luglio.

Scadenza Dichiarazione dei Redditi 2018: ecco la data

Questa, invece, la scadenza per la Dichiarazione dei Redditi 2018: non sarà rispettato il tradizionale termine del 30 settembre ma si passa al 31 ottobre, confermando, quindi, il termine stabilito, in via straordinaria, quest’anno. Questa data, comunque, non dovrebbe valere a regime. L’ultimo giorno di ottobre varrà solo per gli anni in cui sarà in vigore lo spesometro.

Scadenza Modello 770/2018: ecco quando

Anche per il modello 770 la scadenza per la presentazione, che tradizionalmente è fissata al 31 luglio, passa al 31 ottobre. Tale data dovrebbe valere anche per l’invio dei modelli CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata.

 

Scadenza Spesometro 2018: quando?

Infine, ultimo capitolo spinoso – come riportato anche dai colleghi di Ipsoa – è rappresentato dalla scadenza dello Spesometro 2018. La scadenza fissata al 16 settembre per l’invio dei dati del secondo trimestre (o, per chi sceglie la cadenza semestrale, del primo semestre) slitta al 30 settembre.

 

Elezioni 2018 news, lista centrodestra a rischio in Lombardia: in bilico anche la Brambilla

Crac Ferrovie Sud Est: arrestato Luigi Fiorillo, accuse di bancarotta fraudolenta