in

Sciopero benzinai giugno 2018, e-fattura carburante rinviata? Ecco cosa potrebbe succedere

Sciopero dei benzinai contro la fatturazione elettronica? Le organizzazioni di categoria dei gestori degli impianti di rifornimento carburanti –Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio – hanno proclamato lo sciopero nazionale sia sulla rete ordinaria che su quella autostradale, per il 26 giugno. Lo si legge in comunicato congiunto delle tre Federazioni che denunciano l’estrema criticità con cui il settore e i suoi utenti rischiano di dover affrontare i nuovi obblighi relativi alla fatturazione elettronica che, in assenza di provvedimenti normativi, scatteranno dal prossimo 1° luglio. Ma attenzione, perché lo sciopero dei benzinai previsto per giugno 2018 potrebbe non esserci più: l’e-fattura carburante sarà rinviata? L’annuncio arriva da Di Maio, Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro.

Leggi anche: Sciopero benzinai, ecco il motivo 

E-fattura carburante rinviata: ecco quando entra in vigore

L’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti per motori a trazione e per le forniture di beni e servizi nell’ambito della filiera dei sub appalti della Pa, che sarebbe dovuto scattare dal primo luglio prossimo, sarà rinviato di 6 mesi. Lo slittamento sarà inserito in un decreto legge che sarà varato dal prossimo Cdm. Con il rinvio, dunque, anche per carburanti e sub appalti Pa l’obbligo della fatturazione elettronica scatterà dal prossimo 1 gennaio 2019, quando, a meno di ripensamenti del governo, l’obbligo di fatturazione elettronica diventerà operativo per tutte le operazioni commerciali che comportano l’emissione di una fattura (sia B2B che B2C).terremoto rincaro accise carburanti

E-fattura carburante rinviata, l’annuncio di Di Maio

Stiamo predisponendo il rinvio al primo gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le vendite di carburanti ai soggetti con partita Iva. Questa categoria si è trovata ad essere prescelta per ‘sperimentare’, in anticipo su tutte le altre, l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica”. E’ quanto afferma il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio. “Domani alle 16 incontrerò al Ministero dello Sviluppo Economico le rappresentanze sindacali dei benzinai per concordare un percorso condiviso sulla fatturazione elettronica – dice Di Maio – Nel decreto dignità sarà inserito lo slittamento dell’obbligo di fatturazione elettronica a gennaio 2019. La volontà di questo governo è effettuare il passaggio, ma ascoltando anche i gestori degli impianti di servizio. È evidente che sia stata lanciata una novità senza dare il tempo e gli strumenti per attrezzarsi”.Benzinaio preso a sprangate

Chi è Cateno De Luca: biografia, carriera, guai giudiziari del nuovo sindaco di Messina

maturità 2017 tracce italiano

Maturità 2018, è il giorno della terza prova ma sarà la sua ultima volta: ecco come funziona