in

Scomparsi a Capaci news: si indaga su un’ingente somma di denaro

Giallo di Capaci: proseguono le indagini sulla scomparsa di Giovanni Guzzardo, 46 anni, e Santo Alario, 42 anni, i due uomini scomparsi dallo scorso 7 febbraio nel Palermitano, mentre in auto (ritrovata nelle zone di Caccamo) da Capaci si stavano dirigendo a Ventimiglia di Sicilia. I carabinieri stanno ricorrendo anche all’utilizzo dei cani molecolari nella zona di Caccamo e della diga Rosamarina, nei pressi della quale è stata trovata l’auto con cui i due si erano allontanati da Capaci. Nella vettura i Ris hanno effettuato tutti gli accertamenti irripetibili del caso, alla ricerca di possibili tracce utili alle indagini. Al vaglio anche il traffico dati e telefonico dei due uomini nell’eventualità che abbiano avuto contatti con qualcuno da incontrare proprio il pomeriggio della scomparsa.

Leggi anche: Scomparsi a Capaci news: il selfie prima del silenzio, Giovanni e Santo avevano percepito il pericolo?

L’unico punto fermo finora è il passaggio, quel 7 febbraio, di Guzzardo e Alario presso il negozio Antichi Sapori Calamigna a Ventimiglia di Sicilia. Alario inoltre, negli ultimi quattro video spediti alla compagna Rosalia Sparacio, dice alla donna: “Sto andando a sbrigare una cosa e poi ti dico2, ma già alle 15:51, quando la donna gli manda un messaggio, lui non risponde più e da quel momento il suo telefono cellulare risulta spento, irraggiungibile, così come quello dell’amico.

Sul fronte investigativo in queste ore è emersa una indiscrezione: gli inquirenti starebbero concentrando la loro attenzione su un presunto finanziamento di 180 mila euro – di cui al momento non si conoscerebbe ancora la provenienza – chiesto da Guzzardo, titolare del bar Avana di Capaci. Al riguardo scrive Il Giornale di Sicilia che 180 mila euro sarebbero arrivati a Guzzardo tramite una finanziaria, somma che lui avrebbe richiesto per la ristrutturazione del suo locale. Secondo gli inquirenti, sempre secondo l’indiscrezione, si tratterebbe di una somma eccessiva rispetto alle dimensioni e al valore effettivi del bar. Una parte di quel prestito, dunque, potrebbe non essere stata utilizzata per i fini dichiarati. Su questo giro di denaro i carabinieri sarebbero approfondendo le indagini.

cornuda omicidio sofiya

Cornuda omicidio Sofiya Melnyk: indagini in fase di stallo, famiglia reclama salma

Che tempo che fa ospiti 18 febbraio 2018: Silvio Berlusconi, Gianni Morandi e Lo Stato Sociale