in

Scontro Italia – Francia, Tria annulla viaggio a Parigi: Salvini mantiene la linea dura

Scontro Italia – Francia sul caso migranti dopo il caso della nave Aquarius che tiene banco ormai da domenica 10 giugno 2018. Sull’onda delle polemiche con la Francia il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha annullato l’incontro con l’omologo francese, Bruno Le Maire, in programma oggi a Parigi, mentre ha confermato invece la visita a Berlino in agenda domani per un primo colloquio con il collega tedesco Olaf Scholz. Roma, intanto, chiede le scuse da Parigi dopo l’attacco di ieri dall’Eliseo a come il governo italiano ha gestito il caso della nave dei migranti Aquarius. Il ministro degli Esteri Moavero riceve l’incaricata d’affari dell’ambasciata e chiede che la situazione sia sanata con iniziative rapide. Salvini: l’Italia non merita gli insulti francesi, Macron passi dalle parole ai fatti, perché ‘senza scuse ufficiali Conte fa bene a non andare a Parigi’.

Leggi anche: Le parole di Salvini al Senato

Tiphaine Auzière figliastra Macron

Scontro Italia – Francia, la Merkel prende le difese di Roma?

“Siamo perfettamente coscienti del carico che la pressione migratoria fa pesare sull’Italia e degli sforzi di questo Paese. Nessuna delle parole pronunciate dalle autorità francesi ha ovviamente rimesso in discussione tutto questo, né la necessità di coordinarci strettamente fra europei”. Lo ha detto un portavoce del Quai d’Orsay rispondendo oggi a una domanda sulle proteste dell’Italia dopo le parole pronunciate ieri da Parigi sul caso Aquarius. Intanto, invece, la cancelliera tedesca Merkel spiega: “L’Italia per la sua posizione geografica è particolarmente esposta a un numero grande di profughi e di migranti. Noi siamo dell’idea che nessun paese dovrebbe esser lasciato solo con questo compito. Per questo sosteniamo l’Italia, e la riteniamo un importante partner nella ricerca di una soluzione europea”. 

Martina del Pd contro Salvini

“Si è fatta un’operazione di propaganda sulla pelle di 600 persone e il tema vero rimane ancora il salto di qualità delle politiche europee, oggi più di ieri è più complesso dopo quello che è accaduto. Non se è chiaro, l’Italia non è più forte in Europa oggi, l’Italia è più debole in Europa oggi. Pensare di organizzare bracci di ferro tra Paesi come è accaduto tra domenica e queste ore e non invece affrontare con serietà il governo di questi fenomeni è un abbaglio”. Lo ha detto il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, a margine dell’assemblea di Confesercenti.

Concorsi vigili del fuoco 2018

Concorso Vigili del Fuoco 2018, si cercano 10 atleti: ecco requisiti, prove e scadenza domande (GUIDA COMPLETA)

Scomparsa a Melzo: trovata morta Sara Luciani, dov’era il cadavere