di Andrea Monaci

Sergio Marchionne Chiede Scusa a Firenze con una lettera: ecco il testo


 

Dopo la polemica con il Sindaco e candidato alle primarie del Centrosinistra Matteo Renzi, definito il “Sindaco di una bella vecchia città”, l’amministratore delegato di Fiat e Chrysler Sergio Marchionne compra una pagina intera di giornale per chiedere scusa a Firenze. Anzi, no per smentire tutto.

Sergio Marchionne Polemica con Matteo Renzi

Come il suo dirimpettaio in questa polemica tutta italiana, Sergio Marchionne è un uomo che spesso sorprende tutti con le sue uscite. L’ultima, è la scelta di acquistare una pagina intera di giornale – “La Nazione” di Firenze – per chiedere in qualche modo scusa alla città. Anzi, no, per smentire tutto.

Si perché a leggere il testo della missiva inviata dal “manager in pullover” c’è si un accenno di scuse ai fiorentini ma soprattutto un’autodifesa tutta mirata a smontare quello che l’Ad di Fiat definisce un caso montato ad arte.

Firenze Ponte Vecchio

“Non ho mai espresso alcun giudizio – dice Marchionne nella sua lettera aperta su “La Nazione” – su Firenze o sulle sue condizioni economiche. Non io, ma qualcuno dei presenti, cercando di spiegare l’argomento della conversazione agli stranieri, ha usato l’espressione pretty, old town”.

Ecco spiegato tutto: la colpa è della cattiva interpretazione giornalistica di quanto accaduto. Una polemichetta di non poco conto, visto che il manager italo-canadese nella lettera parla anche a nome di Fiat, augurandosi che “la questione possa considerarsi definitivamente chiusa e che il rispetto che la Fiat ed io personalmente abbiamo per Firenze, la sua storia e la sua importanza sia riconfermato al di là di ogni ragionevole dubbio.”

Tutto bene quel che finisce bene? Solo fino alla prossima polemica, tutta Made in Italy.

(foto di apertura: @Giuseppe Nicoloro; @ ho visto nina volare –  Flickr.com)

Ecco il testo integrale della lettera

Lettera Di Sergio Marchionne Ai Cittadini Di Firenze

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...