in

Serie A, Milan: Seedorf spiega la scelta di allenare

Clarence Seedorf a ‘tutto campo’. Il neo tecnico rossonero, intervistato dal mensile ufficiale del club ‘Forza Milan!‘, ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad ‘appendere gli scarpini al chiodo’ per iniziare l’avventura di allenatore. Il suo è uno dei rari casi di cambio ruolo avvenuto in tempi brevissimi.

seedorf Milan

Ecco le sue parole riportate da MilanNews.it: “Ho scelto di fare l’allenatore perché così posso trasmettere direttamente quella che è stata la mia esperienza ai calciatori, le cose che ho appreso in oltre venti anni di carriera. Non faccio riferimento unicamente al lavoro sul campo, perché allenare i ragazzi è un lavoro che va oltre, è anche mentale. Allenare vuol dire riuscire a creare il giusto spirito di gruppo, motivare i ragazzi, avere una visione completa dell’universo in cui si opera per contribuire in maniera decisa al raggiungimento degli obiettivi“.

Ma quando è nata la scelta di allenare? “È maturata molto negli ultimi anni, credo sia il risultato di un processo di crescita professionale. La volontà di mettere le mie competenze al servizio delle generazioni future è stata fondamentale, sebbene anche da calciatore non abbia mai fatto mancare la collaborazione soprattutto con gli allenatori, con cui ho avuto un ottimo rapporto. La squadra cresce se si portano dentro dei valori e li si confronta con quelli che già ci sono. In questo senso l’esperienza col Botafogo ha rappresentato il momento di massima collaborazione di calciatore anche fuori dal campo, essendo questa una parte importante del progetto che ho deciso di abbracciare quando sono andato in Brasile“.

Bacary Sagna

Mercato, Inter: obiettivi Sagna e Lamela

sanremo 2014

Sanremo 2014: Rocco Hunt vince con Nu journo buono