di Corinna Garuffi in , ,

Servizio Civile Universale 2017: come funziona e come partecipare, tutte le novità


 

Sapete come cambia il Servizio Civile in Italia? Ecco le principali novità da conoscere dopo l’approvazione della legge delega nell’ambito della riforma del Terzo settore, che ha istituito il Servizio Civile Universale

Bando Servizio Civile Nazionale 2017: oltre 1.200 posti

Come annunciato da UrbanPost lo scorso febbraio, il Servizio Civile Universale è diventato legge, nell’ambito della riforma del Terzo Settore. Ma quali sono le novità che è importante conoscano i futuri volontari?

Come funziona il Servizio Civile nella sua forma rinnovata

Si allarga la platea dei beneficiari: il Servizio Civile, che si svolgerà sempre su base volontaria, potrà essere scelto da cittadini italiani, comunitari e da giovani stranieri (anche non comunitari) regolarmente soggiornanti in Italia; previsto, inoltre, l’inserimento di una norma dedicata ai ragazzi più svantaggiati (NEET) non impegnati in percorsi di formazione o lavoro.

Come riporta il portale Cliclavoro in un’interessante intervista a Luigi Bobba, sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il periodo di volontariato potrà avere una durata compresa tra gli 8 e i 12 mesi – garantendo un modello flessibile che possa essere compatibile con varie esigenze di studio e lavoro – e svolgersi sia in Italia che all’estero. Affinché i partecipanti vivano al meglio la loro esperienza, è prevista una formazione di almeno ottanta ore, che si articola in una formazione generale e una specifica in base all’ambito di intervento.

Analoghi i settori di intervento dei volontari, ovvero protezione civile, assistenza, tutela del patrimonio storico-artistico, promozione della non-violenza e dei diritti umani. Al servizio svolto dai volontari, quantificato intorno alle 25 ore settimanali, sarà corrisposto un assegno mensile che non ha ripercussioni sulla stato di disoccupazione.

SCOPRI TUTTE LE OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI IN ITALIA!

Come partecipare?

Nel 2017, riferisce sempre Luigi Bobba, sono previsti bandi per 50mila giovani, rivolti anche a coloro che non solo NEET. Le modalità di partecipazione rimarranno le stesse, quindi il consiglio è quello di tenere monitorati i portali ufficiali dove vengono pubblicati periodicamente i bandi, ovvero il portale nazionale www.serviziocivile.it e quelli regionali.

In apertura: foto di geralt/Pixabay.com

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook