di M.B. Michela in , ,

Sestri Levante ucciso artigiano: colpito alla testa e strangolato con fascetta da elettricista


 

Sestri Levante ucciso artigiano: colpito alla testa e strangolato con fascetta da elettricista. Ieri per Antonio Olivieri non è stato un giorno ‘qualunque’, i dettagli

omicidio sestri levante

Genova: artigiano ucciso a Sestri Levante. Il corpo senza vita dell’uomo, un imbianchino di 50 anni, è stato ritrovato nello scantinato di un palazzo sito nella via Roma a Sestri Levante. L’uomo, secondo gli investigatori al lavoro sul posto coadiuvati dalla Scientifica, sarebbe stato ucciso.

Il suo corpo senza vita è stato rinvenuto in una pozza di sangue. sarebbe stato colpito violentemente alla testa e strangolato con una fascetta da elettricista. La vittima si chiamava Antonio Olivieri. A trovare il cadavere secondo le indiscrezioni sarebbero stati due suoi colleghi, che sono corsi in stazione, vicina al luogo del ritrovamento, per avvertire gli agenti della Polfer, che a loro volta hanno poi informato dei fatti i colleghi squadra Mobile della polizia.

Cosa sappiamo delle modalità del delitto

Da un primo e superficiale esame del corpo della vittima fatto dal medico legale giunto sul posto, è emerso che l’uomo sarebbe stato aggredito alle spalle, colpito violentemente alla testa e poi strangolato con la fascetta trovata ancora stretta al suo collo. Il 50enne era molto conosciuto in città anche perché figurava fra gli amministratori del gruppo Facebook ‘Mugugni del Comune di Sestri Levante’ .

Antonio Olivieri si era da poco separato dalla moglie, una donna di origine brasiliana dalla quale aveva avuto due figli e che lo aveva accusato di maltrattamenti. Ieri per il 50enne non era stato un giorno qualunque, in quanto si era svolta un’udienza del processo a suo carico. Non è escluso che questo fatto sia in qualche modo legato al delitto. Si indaga a tutto campo, al momento nessuna pista investigativa può dirsi esclusa. (Antonio Olivieri foto libera da Facebook)

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook