in ,

Sex toys e salute: quali scegliere senza rischi

MySecretCase.com nasce nel 2014 come primo sexy shop online al femminile in Italia e da subito, tra blog, eventi e workshop “curiosi”, riesce ad affermarsi come punto di riferimento per una discussione a 360° sul mondo della sessualità. Il suo team 100% in rosa vi racconterà con ironia e puntualità tutto quello che ancora non sapete sulla grande “S”. Soddisfare la vostra curiosità sarà il nostro più grande piacere: ecco a voi dunque la trentatreesima “puntata” di Secret Love, buona lettura!

Dopo le inchieste sull’impatto ambientale degli acquisti online e quella, imperdibile, sull’infertilità maschile, ieri la falce di Milena Gabanelli ha colpito ancora: l’oggetto, questa volta, sono stati i sex toys, fenomeno in crescita esponenziale con un giro d’affari di 18,6 miliardi di euro eppure ancora troppo tabù perché se ne parli. Esattamente come per i giocattoli, i cibi e i prodotti cosmetici, obbligatoriamente dotati di marchio CE, segnalazione del Paese di provenienza e INCI (la lista degli ingredienti sul retro dei flaconi), i sex toys devono recare sulla confezione delle indicazioni precise per essere messi in commercio. Indicazioni che presuppongono una decodifica, cioè la capacità di essere lette e comprese. Ed è questo il punto: sappiamo leggerle? Ci hanno mai insegnato a farlo? Cosa è veramente importante sapere? Consigli per gli acquisti.

Gli ftalati: cosa sono e dove si trovano

Gli ftalati sono agenti chimici di uso industriale che rientrano nella famiglia degli “interferenti endocrini”, cioè sostanze esogene dal forte impatto sugli ormoni e, in generale, sull’apparato endocrino (le ghiandole). Utilizzati per lo più come plastificanti per rendere più flessibili materiali come il PVC e il TPE, sono presenti in moltissimi degli oggetti che usiamo quotidianamente: gomme per cancellare, materassini gonfiabili, pellicole per alimenti, guaine per cavi elettrici, lacche, spray e persino profumi. La Gabanelli ravvisa la presenza di ftalati anche in alcuni sex toys dal materiale non ben identificato, tipo il jelly, che di per sé non significa niente se non “materiale gelatinoso”, e raccomanda di fare attenzione alla composizione del singolo prodotto.

Gli ftalati non sono tutti nocivi

Moriremo tutti? No, perché gli ftalati non sono tutti uguali, alcuni sono nocivi e altri no. L’UE li divide in ftalati a basso peso molecolare, classificati come “agenti tossici” per la riproduzione ed ammessi solo per usi specifici per i quali è stata preventivamente rilasciata  un’autorizzazione, e ftalati ad alto peso molecolare, senza rischi per la salute. Questi ultimi, in particolare i DINP, DIDP e DPHP, i più utilizzati a livello industriale in Europa, sono legali e consentiti ovunque ad eccezione dei prodotti per l’infanzia che possono essere inseriti in bocca (ciucci, giocattoli). Le sigle a cui fare attenzione, quelle che NON devono presenti, sono le seguenti: DEHP, BBP, DBP e DIBP.
In generale, è buona regola, soprattutto per prodotti che devono essere ingeriti o “inseriti”,  verificare sull’etichetta la composizione chimica ed eventualmente chiamare il numero verde sulla confezione per ricevere rassicurazioni in merito.

Come scegliere un sex toy sicuro

Comprare un sex toy che non presenti rischi per la salute è molto più semplice di quanto si pensi. Basta seguire questi brevi passaggi:

  1. Affidarsi a un rivenditore specializzato (e italiano) e non alla grande distribuzione cinese.
  2. Preferire prodotti in silicone medicale, legno o vetro rispetto a quelli in PVC o altre sostanze plastiche (che comunque non è detto che siano nocive).
  3. Fare attenzione alla dicitura “senza ftalati” nelle specifiche tecniche del prodotto.
  4. Controllare che sia presente il marchio CE sulla confezione.

Ora sì, siete pronti. A comprare certo, ma soprattutto a divertirvi senza pensieri.

Leggi qui gli appuntamenti precedenti con la rubrica

stuidente italiano scomparso in slovenia

Davide Maran scomparso in Slovenia, video fiume: due testimoni l’hanno visto cadere in acqua?

giallo di giulianova news

Renata Rapposelli news, figlio e marito escono dal carcere? Si decide il 19 aprile