di Andrea Monaci

Sfida Albertini – Ambrosoli per la Presidenza della Lombardia


 

Ieri il doppio annuncio: Gabriele Albertini si candida per il Pdl e Umberto Ambrosoli “disponibile” a guidare una coalizione anche più ampia del Centrosinistra. E’ partita la sfida per le elezioni regionali in Lombardia.

Candidati Regione Lombardia 2013

La sfida per le elezioni regionali in Lombardia è partita. Ieri è stata una giornata di annunci: nel pomeriggio è stato per primo Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano ed esponente indipendente del Pdl lombardo, ad annunciare la sua candidatura alla presidenza della regione, seguito a stretto giro da Umberto Ambrosoli, che si è detto disponibile a guidare una coalizione di Centrosinistra allargate a forze civiche.

Albertini ha scelto l’agenzia Ansa per dichiarare la sua disponibilità a candidarsi: «accetto la candidatura che mi viene proposta», ha detto, spiegando che vorrebbe riunire nella coalizione di Centrodestra che si candida alla guida della Lombardia chi al Parlamento europeo fa parte del Partito Popolare, coinvolgendo anche i movimenti di Oscar Giannino e Montezemolo.

Ambrosoli ha invece scelto Facebook per sciogliere la riserva che da giorni pendeva sulla sua ipotesi di candidatura, spiegando che le richieste arrivate da un «ampio e qualificato elenco» di persone, un «arco di posizioni» che va oltre «la connotazione tradizionale, cioè dei partiti, di centrosinistra» lo hanno definitivamente convinto.

Umberto Ambrosoli Annuncio Candidature

Una sfida che sulla carta è già avvincente, tra due personaggi sicuramente non molto legati alle dinamiche interne dei partiti. E’ soprattutto Umberto Ambrosoli ad avere un profilo civico più forte, essendo espressione della cosiddetta “società civile” moderata e riformista che a Milano si identifica con la media borghesia dei professionisti, dell’impegno civico e dell’associazionismo. Albertini invece è considerato capace di attrarre settori dell’imprenditoria e della borghesia economica al momento delusi dalla politica del Pdl.

Con loro, si dovrà misurare Roberto Maroni, il “cavallo vincente” sui cui la Lega Nord ha puntato tutte le sue carte per conquistare la guida del Pirellone. L’UDC invece, che non ha un suo candidato per il momento, ha espresso apprezzamento per la candidatura di Ambrosoli, mostrandosi più vicina ad intesa con il Centrosinistra.

photo credit apertura: Alessandra Cimatti via photopin cc

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...