in ,

Silvio Berlusconi moglie: stop assegno divorzio, Veronica Lario dovrà restituirgli 60 milioni?

Silvio Berlusconi ultime notizie: la ex moglie Veronica Lario non ha diritto all’assegno divorzile (da 1,4 milioni!) ed ora dovrebbe restituire all’ex Cavaliere 60 milioni di euro. Lo ha stabilito la Corte d’Appello di Milano accogliendo l’istanza dell’ex premier di applicare la recente sentenza della Cassazione sull’assegno di mantenimento, in base alla quale adesso conta il criterio dell’autosufficienza economica dell’ex coniuge e non il tenore di vita goduto durante la vita matrimoniale.

>>> Divorzio, Cassazione ridefinisce parametri assegno mantenimento: “Il tenore di vita non conterà più” <<<

Berlusconi aveva impugnato la sentenza sostenendo che la ex moglie è autosufficiente, potendo essa contare su liquidità per 16 milioni, gioielli e società immobiliari. Ricorso accolto, dunque, che ora potrebbe veder costretta la Lario a restituire gli assegni incassati finora. La restituzione infatti decorrerebbe dalla data del divorzio che risale al marzo del 2014.

E’ stata dunque applicata la decisione della Suprema Corte, che lo scorso 10 maggio aveva rigettato il ricorso della moglie dell’ex ministro, Vittorio Grilli, che si era vista respingere la richiesta dell’assegno di divorzio dalla Corte di Appello di Milano nel 2014. L’assegno di divorzio infatti d’ora in poi andrà concesso solo se il coniuge non è autosufficiente. L’indipendenza economica viene valutata in base a quattro principi: il possesso di redditi di qualsiasi specie; il possesso di cespiti patrimoniali mobiliari ed immobiliari; le capacità e le possibilità effettive di lavoro personale, in relazione alla salute, all’età, al sesso ed al mercato del lavoro indipendente o autonomo; la disponibilità di una abitazione in cui stare stabilmente. abitazione. Secondo la Cassazione, inoltre, ora è l’ex coniuge che richiede l’assegno a dover dimostrare “di non avere i mezzi adeguati e di non poterseli procurare per ragioni obiettive”.

Silvio Berlusconi e Veronica Lario separati dal 2009

Veronica Lario nel 2009 chiese la separazione a Berlusconi e nel 2012 il Tribunale di Milano le riconobbe il diritto ad un assegno di 3 milioni di euro al mese, che la Corte d’appello poi ridusse a 2 a decorrere da ottobre 2010. Sentenza confermata dalla Cassazione a maggio 2017. Poi nel febbraio 2014 fu Berlusconi a chiedere il divorzio al Tribunale di Monza, che fissò l’assegno di divorzio a 1,4 milioni al mese. Oggi la Corte d’appello di Milano lo ha azzerato stabilendo, sulla scorta della nuova normativa in vigore, che Veronica Lario non ha diritto a quell’assegno perché in grado di mantenersi da sola. La ex moglie di Berlusconi, c’è da aspettarselo, presenterà ricorso in Cassazione. Alla prossima puntata!

giallo di giulianova news

Renata Rapposelli news, figlio smentito da farmacista: la pittrice, agitata, avrebbe comprato un calmante

Chiabotto e Fulco presto all'altare?

Fabio Fulco parla dopo la rottura con Cristina Chiabotto: “Mi ha fatto male”