in

Siracusa: madre 20enne uccisa a coltellate e gettata in un pozzo

Aggiornamento ore 20:40 – Dopo ore di interrogatorio il compagno di Laura Petrolito è sarebbe in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario. Si tratta di Paolo Cugno, sospettato di avere ucciso la ragazza, ventenne madre di due bambini di 3 e 8 mesi, a coltellate e di averne gettato il cadavere in pozzo artesiano, dove è stato ritrovato questa mattina in contrada Tradituso, tra Noto e Canicattini Bagni, nel Siracusano.

*****

Siracusa: madre 20enne uccisa a coltellate e gettata in un pozzo. Portato in caserma il compagno, è sospettato del delitto. A dare l’allarme ieri sera il papà della ragazza, molto preoccupato perché da ore non riusciva  a mettersi in contatto né con la figlia né con il compagno di lei. La vittima è Laura Petrolito, giovane madre 20enne, aveva partorito 8 mesi fa.
Dopo svariate ricerche il suo corpo senza vita è stato trovato dentro un pozzo artesiano sito in contrada Stallaini, nelle colline sopra Canicattini Bagni, comune del Siracusano. Il cadavere era incastrato tra le lamiere. L’assassino, secondo quanto trapelato, avrebbe provato a spingerlo giù ma, non riuscendoci, lo avrebbe quindi coperto con un coperchio in ferro per poi allontanarsi.

Potrebbe interessarti anche: Udine: trova scheletro umano mentre porta a passeggio il cane

Il compagno della vittima si trova adesso in caserma dei carabinieri per essere interrogato, al momento non state rese note le sue generalità. Secondo le prime informazioni trapelate, la giovane madre sarebbe stata uccisa ieri sera, sabato 17 marzo, intorno alle 22.

Cecilia e Ignazio Grande Fratello Vip 2

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, l’argentina dichiara: “Voglio fare la mamma”

Filippo Nardi a Domenica Live: arrivano le scuse ad Eva Henger