di Antonio Paviglianiti in

Sky senza pagare abbonamento? Si rischiano carcere e multa con il Card sharing (FOTO)


 

Sky senza pagare abbonamento? Pene esemplari per chi utilizza il servizio card-sharing e non solo: per la Cassazione c’è carcere e multa

Sky senza pagare abbonamento? Sì, ma per la Cassazione la pena è esemplare: carcere e multa. La pratica di utilizzo del card sharing, favorendo così l’illegalità e la pirateria, nonché aggirando i costi delle Pay TV principali quali Mediaset Premium e Sky, rischia di costare carissimo…

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Sky senza pagare abbonamento: la sentenza della Cassazione

La Corte di cassazione il 10 ottobre 2017 ha condannato a quattro mesi di reclusione un uomo di 52 anni residente a Palermo, accusato di aver utilizzato codici acquistati da terzi per accedere alla piattaforma Sky. Il suo ricorso è stato giudicato “inammissibile” e la condanna del 2016 è diventata definitiva. L’uomo è stato anche condannato a versare altri duemila euro alla Cassa delle ammende. Nella sentenza la Corte spiega che il reato di “card sharing” – l’utilizzo di codici necessari per vedere i programmi criptati senza aver sottoscritto un contratto – era stato depenalizzato nel 2000 ma ha poi ripreso rilevanza penale nel 2003, in seguito a un decreto legislativo.

L’illecito consiste nella violazione della legge sul diritto d’autore – art. 171 octies l.633/1941 – che nel caso affrontato dal verdetto è «pacificamente consistita nella decodificazione ad uso privato di programmi televisivi ad accesso condizionato e, dunque, protetto, eludendo le misure tecnologiche destinate ad impedire l’accesso poste in essere da parte dell’emittente, senza che assumano rilievo le concrete modalità con cui l’elusione venga attuata, evidenziandone la finalità fraudolenta nel mancato pagamento del canone applicato agli utenti per l’accesso ai suddetti programmi».

Sky TV

Come funziona il card sharing?

Ma come funziona il card sharing?  Ci sono siti dove, in pochi click, si possono acquistare abbonamenti alle pay tv a pochi euro. Queste pratiche, per la legge italiana, sono ritenute illegali. Nel novembre 2015 la Guardia di Finanza di Trento aveva scoperto un’associazione a delinquere dedita al “card sharing”.  La sentenza della Cassazione ha messo sullo stesso piano anche chi, solo scambiandosi le credenziali, accede alle Pay tv senza pagare: anche tra gli stessi familiari…

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook