di Sabina Schiavon in

Spazio, scoperta la prima luna “extrasolare”: è stata battezzata Kepler-1625b


 

Nasa, scoperta la prima luna esterna al Sistema Solare? L’oggetto è stato ribattezzato Kepler-1625b

Kepler, satellite orbitante della Nasa, ha scoperto quella che potremmo definire la prima luna “extrasolare” mai intercettata prima d’ora. Sino ad oggi, infatti, eravamo stati in grado di scoprire numerosi esopianeti – alcuni di essi anche potenzialmente abitabili e di grandissima rilevanza – ma mai alcun satellite fuori dal Sistema Solare.

==> ECLISSI SOLARE TOTALE DEL 21 AGOSTO 2017: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Lanciato nel 2009 dalla Nasa, il telescopio spaziale Kepler ha il compito di trovare pianeti simili alla Terra al di fuori del nostro sistema solare. Il sistema su cui si basa permette di intercettare minimi cali di luminosità delle stelle, causati da pianeti che transitano davanti. Di recente, però, Kepler sembra aver trovato il primo “esosatellite”, una luna “extrasolare” che – insieme al suo pianeta, grande quanto Giove ma con una massa 10 volte maggiore – ruota attorno ad una stella lontana 4mila anni luce dalla Terra. L’oggetto è stato rinominato Kepler-1625b, ma sono tuttora in corso nuove ricerche per confermare l’ipotesi che si tratti davvero del primo satellite extrasolare mai intercettato prima d’ora.

“Si tratta di un oggetto compatibile con una luna, ma potrebbe essere anche qualcosa di diverso” ha detto alla Bbc David Kipping, insegnante di astronomia alla Columbia University di New York. Gli scienziati, infatti, cercano di essere molto cauti: a breve verranno quindi iniziati nuovi studi avvalendosi di Hubble, il telescopio spaziale messo in funzione nel 1990. Se venisse confermata l’ipotesi, comunque, si tratterebbe della prima luna conosciuta esterna al Sistema Solare, da tempo ricercata dalla Nasa.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...