in

Sperlonga ragazzina morta in piscina: il drammatico racconto del turista che ha cercato di salvarla

Latina: Francesca Basso, la 13enne di Frosinone deceduta dopo essere stata letteralmente risucchiata dal bocchettone della piscina dell’hotel di Sperlonga, in cui stava soggiornando insieme ai genitori, non ha avuto scampo. Il decesso è avvenuto in ospedale ma, trapela in queste ore, già quando è stata soccorsa e tirata fuori dalla vasca le sue condizioni erano parse allarmanti.

Tra i presenti in quel terribile momento, un turista americano che ha fatto di tutto per salvarle la vita. Il suo racconto è drammatico: “Abbiamo fatto di tutto, abbiamo cercato disperatamente di staccarla dal fondo della piscina. Ma il risucchio era troppo forte. Non ci siamo riusciti”. C’erano anche un medico e altri due clienti dell’albergo, ma a niente è valso il loro tentativo di strapparla alla morte. Il turista si è tuffato subito nella piscina per salvare la ragazzina, purtroppo non è bastato. Il turista americano che mercoledì pomeriggio era ospite del Virgilio Grand Hotel di Sperlonga, parlando con i carabinieri avrebbe confermato quanto già riferito da altri testimoni oculari: “La 13enne è rimasta sott’acqua per molto tempo”.

Leggi anche: Cagliari, trovato cadavere mutilato durante spegnimento incendio: forse è lo scomparso Luca Congera

Sono stati quelli minuti fatali per lei, tre o quattro, prima che il personale dell’albergo disattivasse il potente motore che alimenta il ricircolo nella vasca, così da permettere ai soccorritori di tirare fuori dall’acqua la povera Francesca. La 13enne però non è morta annegata poiché, dopo le manovre di rianimazione, aveva anche ripreso conoscenza. E’ morta nella notte mentre si trovava ricoverata al Policlinico Gemelli, ed è per questo che si attende l’esito dell’autopsia per chiarire l’esatta causa del decesso. La procura di Latina ha iscritto quattro persone nel registro degli indagati per omicidio colposo. Gli accertamenti autoptici dovranno stabilire se la tredicenne sia stata colta da malore prima di essere risucchiata sul fondo della vasca o se invece un cattivo funzionamento del motore della piscina abbia cagionato il dramma. Tuttavia, secondo le indiscrezioni per gli inquirenti sarebbe fuor di dubbio il legame tra quanto accaduto e il funzionamento dell’impianto della piscina. Dall’hotel, intanto, continuano ad assicurare che “l’ultima manutenzione della piscina era stata effettuata a giugno”.

Prelievo bancomat 2018

Prelievo bancomat, ecco quando siamo sotto osservazione: fate attenzione se prelevate questa cifra

GIALLO IN BRIANZA

Cremona: uccide l’amante della ex compagna, agguato mortale in strada