di Sabina Schiavon in ,

Station F: a Parigi ha aperto il più grande incubatore di startup al mondo


 

Ha aperto a Parigi Station F, il più grande incubatore di startup al mondo: la capitale francese si prepara a diventare il centro europeo dell’innovazione?

station f parigi

Ha aperto a Parigi Station F, il più grande incubatore di startup al mondo. Inaugurato qualche giorno fa alla presenza di Emmanuel Macron – neo Presidente della Repubblica francese – questo enorme complesso si candida a diventare uno dei centri principali del panorama dell’innovazione europea, sfidando senza troppi giri di parole la City e Berlino.

==> CARIPLO FACTORY: LANCIATO UN FONDO DI VC DA 100 MILIONI DI EURO

Se per molti anni è stata quasi ed esclusivamente Londra la capitale europea delle startup, oggi le cose stanno inevitabilmente cambiando tanto che c’è già chi in passato ha ipotizzato che il centro dell’innovazione possa spostarsi addirittura nell’estremo nord dell’Europa. Tutte queste ipotesi sono però arrivate prima dell’apertura di Station F, il più grande incubatore di startup al mondo: situato a Parigi lungo le rive della Senna, il complesso è pronto ad ospitare 1000 startup sui suoi 34mila metri quadri di superficie. Ultimo nonchè principale dei 40 incubatori presenti nella capitale francese, Station F è stato finanziato principalmente ed ideato da Xavier Niel, uno degli imprenditori più influenti di tutta la Francia. A dirigere i lavori di costruzione di Station F, invece, ci ha pensato la manager 32enne Roxanne Varza che – durante l’evento di presentazione – ha spiegato come l’incubatore sia stato pensato come un campus universitario, diviso in tre differenti parti. All’interno di Station F è possibile trovare spazi di coworking, sale riunioni ma anche un auditorium.

Credits: Patrick Tourneboeuf

 

L’apertura di Station F non ha infine lasciato indifferenti alcuni dei grandi colossi dell’hi-tech, sempre impegnati nella ricerca di nuove imprese innovative. L’incubatore più grande del mondo gode infatti del sostegno di aziende quali Amazon, Microsoft o Google. Il colosso di Redmond, in particolare, utilizzerà questo nuovo spazio francese per il supporto e lo sviluppo di startup impegnate nell’ambito dell’intelligenza artificiale.

In copertina, credits: Patrick Tourneboeuf

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook