di Elisa Genua in ,

Striscia La Notizia anticipazioni puntata 31 maggio 2017: ecco di cosa parlerà la nuova ricostruzione del caso Insinna


 

Nuova puntata di Striscia La Notizia dedicata alle performance su Rai 1 di Flavio Insinna, ecco tutte le novità sul caso

caso insinna

Riflettori accesi ancora una volta sulla puntata incriminata del programma di Rai 1, Affari Tuoi. Le performance a telecamere spente del conduttore Flavio Insinna costituiranno parte della trasmissione satirica in onda su Canale 5 questa sera, Striscia la Notizia.

> SEGUICI SU FACEBOOK, METTI MI PIACE SU URBANPOST <

Striscia la Notizia offrirà a tutti i telespettatori una ricostruzione della puntata speciale che ha visto come protagonista la concorrente della Valle D’Aosta. Si farà luce sul trattamento poco educato offerto da Insinna alla donna dietro le quinte della trasmissione messa in onda in data 7 febbraio 2017.
Il programma Affari Tuoi dedica ampio spazio alla numerologia e, come sembra ricordare anche Insinna, il numero fortunato della signora della Valle D’Aosta è il sette. Come fa notare in un comunicato stampa Striscia La Notizia, la sera dei battibecchi, è proprio il numero sette il pacco fortunato contenente 150mila euro. Si pensa che il piccolo tesoretto possa durare fino al termine della puntata e invece, la concorrente rifiuta di continuare e accetta i 45mila euro proposti dalla dottoressa.
Un finale completamente rovinato sottolinea Striscia. Sarà dunque tutto pilotato come fanno notare da Canale 5? I 150mila euro di soldi pubblici ‘rifiutati’ hanno fatto davvero infuriare Insinna? Il presentatore si è rivoltato contro gli autori del programma per via del finale deludente della puntata?

Il Gabibbo risponde con un commento: “Noi avremmo tante altre cose da dire, ma non peggio di quelle che ha fatto vedere di sé, ieri a Cartabianca, Insinna. Per cui ci fermiamo qua. Che Besugo taroccone! Oh, lo facciamo per beneficenza, eh!

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanSpettacolo

Leggi anche

Commenta via Facebook