in ,

Striscia la Notizia Rajae Bezzaz all’Hotel House di Porto Recanati

Questa sera a Striscia la Notizia Rajae Bezzaz racconterà ai telespettatori di Canale 5 di come nessuna legge, poca igiene e zero sicurezza siano i principi con cui si vive nell’Hotel House di Porto Recanati, nelle Marche. Il ghetto dietro al pozzo degli orrori è diventato nel tempo un luogo di cui la giustizia pare essersi dimenticata e dove chiunque fa quello che vuole senza che vi siano controlli di alcun tipo. Moltissime famiglie di stranieri abitano all’Hotel House senza poter usufruire di alcuna tutela. Le condizioni di vita sono davvero disumane.

Striscia la Notizia Rajae Bezzaz a Porto Recanati

Stasera, lunedì 16 aprile 2018, a Striscia la Notizia, il telegiornale satirico firmato da Antonio Ricci ed in onda su Canale 5 alle ore 20:35 circa, andrà in onda il servizio di Rajae Bezzaz. L’inviata del programma Mediaset si è recata all’Hotel House di Porto Recanati, in provincia di Macerata, per documentare la situazione del residence-ghetto balzato agli onori della cronaca perché a pochi metri di distanza si trova “il pozzo degli orrori”. Nei giorni scorsi, proprio qui, sono stati ritrovati resti di corpi umani. Rajae ha potuto documentare così lo spaccio di droga della zona, ma soffermarsi anche sulle condizioni in cui riversa l’Hotel House. Si tratta di un palazzo enorme che definire fatiscente è troppo riduttivo. I soffitti cadono a pezzi, manca l’acqua e gli ascensori sono rotti da anni. L’intero edificio è in completo stato di degrado e abbandono. Qui però ci vivono circa 1700 persone di 32 nazionalità diverse. Gli abitanti dell’ecomostro raddoppiano nel periodo estivo. L’inviata di Striscia la Notizia ha potuto documentare anche il mondo in cui vengono fatte le grandi pulizie. A quanto pare gli inquilini sono soliti gettare  mobili ed elettrodomestici dalle finestre.

Striscia la Notizia e l’inchiesta sull’Hotel House

Striscia la Notizia si è occupata più volte, negli ultimi giorni, del pozzo degli orrori dietro l’ Hotel House. Il telegiornale satirico ha mostrato come, durante i collegamenti televisivi con Chi l’ha visto? e Quarto Grado, la zona fosse presidiata dalle forze dell’ordine, mentre, successivamente fosse completamente abbandonata. Il posto, semplicemente transennato, poteva essere visitato da chiunque e le prove della scena del crimine potevano venir ulteriormente inquinate.

WWE, John Cena e Nikki Bella si sono lasciati

roma professore aggredito

Venezia, difende la fidanzata insultata in un locale: pestato a sangue