in

Studenti all’estero non potranno votare. Adesso sono 55mila

Il Consiglio dei Ministri, nonostante tutta la volontà politica e le sollecitazioni provenienti dall’ Unione Europea nonché dagli stessi studenti, ha deciso che gli studenti temporaneamente all’estero non potranno votare dalle città europee dove si trovano. “Le difficoltà insuperabili” sono dovute ai tempi troppi ridotti e soprattutto a motivi di incostituzionalità.

Resterebbero, infatti, discriminati gli altri studenti iscritti in un paese straniero che secondo le stime del 2010 sarebbero circa 26mila. Così per non fare torto a nessuno si nega a tutti il diritto di voto, non solo agli studenti all’estero con un progetto-studio, ma anche a chi ha scelto un’università straniera. Quindi il numero degli studenti che non potranno votare è di circa 55mila, a meno che questi non rientrino in massa nel fine settimana delle elezioni di febbraio.

 

 

 

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Occhi: come preservarli dagli effetti del gelo

Carnevale di Putignano 2013, date e programma