di M.B. Michela in , ,

Svetlana scomparsa a Sondrio: la strana morte del marito e lo spettro dell’omicidio


 

Svetlana scomparsa a Sondrio: la strana morte del marito e lo spettro dell’omicidio. Il giallo si infittisce

giallo di sondrio cadavere svetlana

Scomparsa Svetlana Balica: è ancora fitto il mistero che aleggia attorno alla sparizione della 44enne moldava residente a Regoledo, frazione di Cosio Valtellino (Sondrio), di cui non si hanno più notizie da 3 settimane.

Il 30 ottobre il cellulare della donna si spegne per l’ultima volta. Da allora nessuno più la vede o le parla. La cugina le telefonò il giorno prima ma a un altro numero di cellulare, a cui poi il giorno successivo rispose il marito Nicola. Svetlana è scomparsa nel nulla. E’ stata vista da qualcuno in giro per Cosio il 31 ottobre, era andata in lavanderia e aveva incontrato un conoscente lungo la strada, poi più niente. “L’ho vista il 31 ottobre, ha portato delle cose da lavare come faceva spesso. Era normale”, ha detto la titolare della lavanderia che le ha parlato. La signora Loretta ha poi aggiunto: “La vedevo in queste occasioni, essendo una mia cliente, e a volte in giro assieme al marito. Erano una bella coppia. Le ricerche di Svetlana sono iniziate il 2 novembre, subito dopo la denuncia di scomparsa.

Leggi anche: Roma enorme voragine in strada in zona Montagnola: sul posto vigili del fuoco e polizia

Nonostante settimane di indagini nessun riscontro, nessun indizio che possa portare a Svetlana. Le ricerche si stanno svolgendo dall’alto, con voli di ricognizione sia lungo l’asta dell’Adda che sopra l’area industriale di Talamona. Ricerche anche via terra, in una vasta zona della Bassa Valtellina. Finora indagini senza esito.

Svetlana e la misteriosa morte del marito: i due fatti sono legati?

La sparizione di Svetlana potrebbe essere legata alla misteriosa morte del maritoNicola Pontiggia. Il primo novembre, giorno prima della denuncia di scomparsa della donna, alcune telecamere hanno ripreso Nicola a passeggio da solo per il paese. Un fatto strano, questo, visto che la coppia soleva uscire sempre insieme. La mattina del 2 novembre, nonostante la ditta per cui lavorava, Castelli di Morbegno, fosse chiusa per ferie, Nicola si recò al suo interno. Le telecamere dell’azienda alle 7 di quel giorno lo riprendono mentre entra. Poco dopo arriva un suo conoscente che lo accompagna a Lecco. Al ritorno Nicola va dalla ex moglie e le confida che Svetlana se ne è andata portando con sé una valigia e 900 euro. “La chiamo ma non risponde”, le avrebbe detto. Nel primo pomeriggio dello stesso giorno torna in ditta ma da lì non esce più vivo: viene infatti ritrovato cadavere attorno alle 17.30 dal titolare della Castelli, schiacciato dal suo camion.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook