di Stephanie Barone in ,

Tasse sulla prima casa: dalla UE il consiglio di reintrodurla


 

Dalla Ue si attendono le pagelle sulla zona euro e sull’Italia. Nel frattempo dalle prime indiscrezioni Bruxelles chiederebbe la reintroduzione della tassa sulla prima casa.

tassa sulla casa, tassa sulla prima casa, reintroduzione tassa sulla casa,

L’Imu sulla prima casa sembrava un lontano ricordo. Dalle anticipazioni delle pagelle dell’Unione Europea sull’Italia de Il Sole 24 Ore potrebbe tornare a stagliarsi sugli italiani. Il Governo infatti aveva provveduto due anni fa a eliminare la tassa sulla prima casa. Obiettivo era alleggerire il carico di spese che gravano sulle tasche della popolazione. La necessità di tenere i conti statali in ordine però potrebbe richiedere una sua reintroduzione, almeno sui redditi più alti e le famiglie più abbienti. Le pagelle della Ue sull’Italia sono attese per oggi ma diverse sono le anticipazioni già rivelate che potrebbero corrispondere a realtà.

Il consiglio della Ue per le tasse sulla prima casa

Come riporta questa mattina il noto giornale finanziario, “in questo contesto, tra le altre cose, la Commissione europea consiglierà di ridiscutere la recente decisione governativa di abolire la tassa sulla prima casa, suggerendo possibilmente di reintrodurla almeno per i redditi più elevati e le famiglie più abbienti”. Si tratta di una delle raccomandazioni più complesse che potrebbe essere chiamato a gestire il Governo italiano. All’epoca infatti aveva puntato moltissimo su questo cambiamento. Se la richiesta fosse davvero confermata, ad ogni modo, la discussione con tutta probabilità si sposterà dopo l’estate, quando il Governo comincerà a stilare la nuova Legge di Bilancio.

Ad ogni modo la situazione attuale delle tasse sulla casa in Italia prevede già che chi ha più di un immobile paghi l’Imu. Quindi i possessori di seconde case, con tutta probabilità famiglie abbienti, sono già tassate sui propri edifici. Inoltre bisogna tenere conto che l’attuale normativa sull’Imu prevede già che chi è possessore di residenze di lusso con specifiche tecniche catastali per la propria prima casa sia chiamato a pagare l’Imu. Un cambiamento del genere significherebbe legare l’Imu al reddito familiare.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook