in

Terremoto Amatrice oggi 17 maggio 2018: scossa magnitudo 2.9 all’alba

Una scossa di terremoto ha svegliato questa mattina all’alba gli abitanti di Amatrice. Non è una novità, direte, per il paese distrutto dal terremoto dell’estate-autunno del 2016. Ma per gli abitanti del piccolo borgo appenninico del Lazio che ancora attendono la ricostruzione ogni evento sismico è un tormento, prima di tutto psicologico. Questa mattina la terra ha tremato attorno alle 6, precisamente alle 5:57, con epicentro 5 km a sudovest del paese.

terremoto oggi 17 maggio 2018 amatrice

Terremoto Amatrice oggi 17 maggio 2018: dettagli della scossa

La scossa di terremoto di questa mattina all’alba ad Amatrice è stata registrata dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) alle ore 5:57. Secondo l’INGV ha avuto magnitudo 2.9 gradi della scala Richter. La scossa è stata localizzata 5 km a sudovest del paese di Amatrice, nelle coordinate geografiche 42,60 13,24, ad una profondità di 11 km sotto la crosta terrestre. Oltre ad Amatrice, entro i 20 km dall’epicentro della scossa sono risultati i comuni di Cittareale (RI), Montereale (AQ), Accumoli (RI), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ), Borbona (RI), Posta (RI), Cagnano Amiterno (AQ), Barete (AQ), Pizzoli (AQ) e Arquata del Tronto (AP). Non risultano esserci stati danni a persone o cose in seguito alla scossa di oggi.

Terremoto Amatrice oggi 17 maggio 2018: ma la ricostruzione?

La ricostruzione post-terremoto ad Amatrice come negli altri paesi del cratere deve ancora sostanzialmente incominciare. E lo stallo politico di questi mesi, con un commissario senza poteri effettivamente esecutivo, non ha certo aiutato ad accelerare il processo. Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, si è battuto fin dal primo giorno dopo il tragico sisma per la ricostruzione del suo paese. Ancora oggi, in particolare dopo la corsa per le elezioni regionali che gli ha permesso di entrare in consigli, sta tenendo alta l’attenzione per dare una speranza ai suoi concittadini. «Il vero dramma nel dramma è che persone che sono state sempre abituate a lavorare, non facendo più niente sono più propense alla depressione. Lo vedo anche nella mia comunità», ha detto qualche giorno fa Pirozzi commentando la notizia del suicidio di un albergatore di Macerata, schiacciato dal peso di aver perso per sempre la sua attività. Ci auguriamo che il nuovo governo ascolti questo grido di disperazione.

Tutte le notizie sui terremoti in Italia

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Incidente sul lavoro oggi, Ilva: muore giovane operaio di 28 anni

Fedez e Rovazzi litigio: addio alla Newtopia e legali chiamati in campo