in

Terremoto oggi in Messico: scossa magnitudo 7.3 devasta la regione di Oaxaca

Un violento terremoto di magnitudo 7.3 della Scala Richter ha colpito il Messico nel tardo pomeriggio di ieri (poco dopo la mezzanotte in Italia). Il sisma ha avuto epicentro nella regione di Oaxaca, a sud della capitale Città del Messico. Secondo le informazioni attualmente disponibili la forte scossa della mezzanotte, preannunciata da una lunga serie di eventi sismici minori, non avrebbe provocato vittime ma ingenti danni agli edifici. Gli sfollati sarebbero alcune migliaia. Poco fa è stata diffusa la notizie che un elicottero impegnato nei soccorsi alla popolazione è precipitato, causando il decesso dei due membri dell’equipaggio.

La scossa più forte è avvenuta alle 17:39 ora locale, con epicentro nelle coordinate geografiche 16.56, -97.73 ad una profondità di 20 km ed è stata registrata dalle sale sismiche di tutto il mondo. Il terremoto è stato avvertito fino a Città del Messico, scatenando tutti gli allarmi sismici e facendo catapultare per strada i cittadini: in pochi minuti migliaia di persone si sono ritrovate a correre per le strade della capitale messicana. La violenta scossa è stata seguita da un secondo terremoto alle 18:36, che secondo il Servizio sismologico nazionale messicano è stato di magnitudo 5.9. Nella capitale, secondo la Protezione Civile, non si sono verificati danni a persone o cose. La Croce Rossa messicana ha dispiegato personale e veicoli di soccorso nei punti di emergenza, ma ha trattato solo attacchi di panico e crisi ansiose, mentre non si ha notizia di feriti a causa del sisma.

Nella provincia di Oaxaca invece si registrano ingenti danni agli edifici, ma per fortuna nessuna vittima diretta del sisma. Il terremoto si è verificato con epicentro a 11 chilometri dalla città di Pinotepa Nacional. Alejandro Murat Hinojosa, governatore di Oaxaca, ha assicurato che il Piano statale di assistenza alla popolazione è già stato implementato per aiutare le persone colpite dal terremoto. Anche nella città Santiago Jamiltepec ci sono stati ingenti danni agli edifici pubblici e privati. L’epicentro della prima scossa è stato rilevato 11 chilometri a sud di Pinotepa e 12 chilometri sotto la superficie terrestre; il secondo invece a 37 chilometri a sud-est e 10 chilometri di profondità. A partire dalle 18:30, sono state rilevate 59 scosse di assestamento.

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Jessica uccisa a Milano: a Quarto Grado l’ultima foto che la ritrae con il suo assassino

ultimi sondaggi elettorali pd

Elezioni 2018, Gentiloni a Otto e Mezzo: “Accetterei una nuova chiamata per il bene del Paese”