di Sabina Schiavon in ,

Tesina maturità 2017, idee originali e consigli: come prepararsi all’esame di Stato


 

Tesina maturità 2017, la corsa contro il tempo per arrivare preparati all’esame di Stato: ecco idee e consigli per la stesura

tesina maturità 2017

L’anno scolastico 2016/2017 è quasi giunto al termine e per gli studenti al quinto anno delle superiori è giunto il momento di pensare alla maturità 2017. Come tradizione, anche quest’anno – a conclusione degli anni di studio – è richiesto ai giovani di preparare la tesina di maturità, un approfondimento su di un tema a piacere. Se siete alla ricerca di idee originali e di consigli, questo articolo potrebbe quindi fare al caso vostro.

Preparare la tesina di maturità? Una corsa contro il tempo

Inutile fare troppi giri di parole: il 90% dei maturandi – se non di più – si ritrovato e si è ritrovato a pensare alla tesina di maturità appena poco prima della Prima Prova se non, addirittura, nell’intervallo di tempo tra l’ultimo scritto e l’inizio degli orali. Inutile dire che si tratta di una strategia controproducente: ma come ovviare a ciò? La scelta migliore sarebbe quella di iniziare a raccogliere le idee appena scelto il tema – fase di cui parleremo successivamente – e da lì ritagliarsi quotidianamente il tempo per lavorare alla tesina. Sì, sappiamo cosa state pensando: “tante belle parole ma difficili da mettere in pratica”. E’ per questo che vi suggeriamo l’utilizzo della “tecnica del pomodoro”. Di cosa si tratta? Sintetizzando potremmo dire che si tratta di un metodo efficace per trovare il tempo: basta infatti decidere a priori quanto tempo volete dedicare al progetto della vostra tesina e dividerlo in intervalli da 25 minuti. Ogni giorno puntate quindi un timer – il classico pomodoro da cucina ma anche quello dello smartphone – e immergetevi completamente per 25 minuti nella stesura della tesina: allo scoccare del 25esimo minuto saltate in piedi! Ebbene sì, 5 minuti di pausa e poi si può ricominciare oppure passare al giorno successivo.

Idee originali per la tesina di maturità: la parola d’ordine è personalità

La Seconda Guerra Mondiale, Primo Levi, la Rivoluzione Russa, 1984, ecc… Questi sono i temi che, da anni, migliaia di studenti scelgono da sviluppare all’interno della propria tesina di maturità. Sebbene siano interessanti, però, si può sicuramente fare di meglio: ma quali sono le idee migliori? La risposta è più semplice di quanto si possa pensare: le tesine migliori sono quelle che nascono dalla creatività. Prendetevi il tempo necessario – vedi paragrafo sopra – pensate alle vostre passioni ma anche ai temi che vi hanno colpito nel corso dell’anno scolastico e iniziate a fare il vostro brain storming. Buttate giù quante più idee riuscite a trovare e poi chiedetevi quale di quelle potrebbe rendere il vostro lavoro davvero speciale. Il gioco è fatto: non vi resterà che documentarvi per capire come collegare tutte le materie al tema scelto ma anche decidere come farlo. E’ bene che ricordiate che non esiste nessuna idea sbagliata: alcune possono essere davvero un azzardo ma – con tanto impegno – potrete far nascere una delle tesine di maturità più inusuali ed interessanti di sempre. Bando infine a copiature varie: la tesina di maturità è il vostro biglietto da visita per l’esame orale e – se ben fatta – avrete anche modo di vantarla negli anni a venire o, magari, di approfondire il tema trattato.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...