in ,

The Voice of Italy 2018: concorrente si arrabbia e lancia la chitarra sul palco (VIDEO)

I giudici di The Voice of Italy 2018, nella puntata in onda ieri sera 29 marzo 2018, hanno detto molti “No“, ma uno in particolare ha rischiato di costargli caro. Quale? Quello ad un concorrente che finita la sua performance si è arrabbiato con Francesco Renga, J-Ax, Al Bano e Cristina Scabbia e ha deciso di scagliare la chitarra sul palco lanciandola da dietro le quinte. Nessuno si è fatto male, ma i giudici, non avendo visto la scena, sentendo il rumore si sono un attimo spaventati. Renga ha commentato, poi, il gesto dicendo che solo Jimi Hendrix può permettersi una cosa simile.

The Voice of Italy 2018: la reazione di un concorrente adirato

Insomma Saverio Martucci che ha cantato Shape of my heart di Sting non ha convinto i giudici. Nessuno si è girato ed i giudizi sono stati abbastanza negativi. Il ragazzo, tornato dietro alle quinte, ha sfogato quindi la sua rabbia e la sua frustrazione e mentre Costantino della Gherardesca gli chiedeva qualcosa in merito alla sua performance ha preso la chitarra e l’ha lanciata sul palco spaventando i giudici. Il giovane ha poi detto qualche parolaccia e lasciato Costantino senza dare spiegazioni. A rimanere con il conduttore è stato il suo accompagnatore che si è scusato per quanto accaduto.

The Voice of Italy 2018: cacciato ex concorrente di Amici

Perfino la performance di un ex concorrente di Amici non è stata giudicata accettabile. Ruben, dopo aver partecipato a Italia’s Got talent e a ben due edizioni del talent di Maria De Filippi  ha preso parte ad un talent anche all’estero e ha poi provato nuovamente di entrare in un talent italiano per realizzare il suo sogno. Francesco Renga, ha però sottolineato tutte le sue stonature ed il fatto che esse non fossero dovute all’emozione, bensì ad una mancanza vera e propria di talento vocale.

Personale Ata 2018, previste 10mila assunzioni per il nuovo anno scolastico? Le info utili

carabinieri manovre bls

Varese, 21enne tossicodipendente in arresto cardiaco rianimato dai Carabinieri