in

The Voice parte il 7 marzo su Rai2, e già vede la promozione a Rai1

Ufficialmente sarebbe dovuto partire il 19 febbraio, la settimana dopo il Festival di Sanremo, adesso il nuovo talent show di Rai2 partirà il 7 marzo ovvero di giovedì, giorno rebus per la rete. In fondo c’era da aspettarselo, il martedì c’è la concorrenza interna di Ballarò mentre il giovedì, dove sulla seconda rete sarebbe previsto un programma di attualità non pervenuto, la concorrenza più esterna visto che i canali Rai1 e Rai3 trasmettono fiction e film, mentre la concorrenza esterna più temuta è quella di Michele Santoro con Servizio pubblico su La7 e in più c’è quella di Masterchef su Sky Uno che potrebbe ostacolare The Voice.

D’altronde il direttore di Rai1 Giancarlo Leone non ha mai nascosto la volontà di portare il talent show nella rete ammiraglia, ci provò già in passato quand’era a capo di Rai Intrattenimento, era quasi fatta ma l’ex direttore generale Lorenza Lei lo tagliò per questioni di budget, poi a settembre è stato annunciato che il talent sarà trasmesso da Rai2, vista anche la cancellazione de L’isola dei famosi per volontà della nuova dirigenza.

Il direttore della seconda rete Teodoli in un’intervista a Il Giornale aveva dichiarato di credere molto nel nuovo talent show targato Rai, tanto che il nuovo talent è stato anche sponsorizzato in un servizio di Vincenzo Mollica al Tg1, dove il tema principale in realtà era il ritorno di Raffaella Carrà anche se insieme a lei c’erano anche Piero Pelù, Noemi e Riccardo Cocciante, i tre giudici del talent.

The Voice non è ancora partito e già si parla di una promozione a Rai1 nel caso faccia ottimi ascolti, d’altronde si nota che il talent show ha un cast più pensato per la prima rete, vedi Raffaella Carrà e Riccardo Cocciante. Però viene da chiedersi perchè la Rai in passato ha rinunciato ad X Factor, dove la finale della seconda stagione nella prima rete aveva fatto 4.437.000 telespettatori e il 22,76% di share battendo la concorrenza di Canale5 con La fattoria. D’altronde sembra strano che l’azienda abbia ceduto il talent facendo la fortuna di Sky.

 

La Rai si sa che è un’azienda strana che cerca di ringiovanirsi e il direttore di Rai1 Leone tramite i nuovi programmi cerca di portare aria fresca, quello di The Voice è stata una tattica in fin dei conti, perchè se partiva già sulla prima rete c’era il rischio che il talent fosse recepito come banale e vecchio e avrebbe rischiato di non ottenere lo stesso tipo di successo che ha ottenuto in tutto il mondo. Se prima Leone parlava di una prima stagione su Rai2 e di una seconda promossa su Rai1 adesso sembra che se The Voice raggiungerà un ottimo risultato d’ascolti potrebbe passare su Rai1 verso la fase finale, anche se questo non è chiaro.

Intanto aspettiamo come andrà il debutto poi si vedrà se il futuro del talent ideato da John De Mol sarà a Rai2 o a Rai1.

Written by Tommaso Tiepolo

Nato a Mirano (VE), classe 1993.

Blogger, studente, atleta, fotografo e sbandieratore. Appassionato di televisione, un piccolo curriculum che va da: analista del programma RAI Tv Talk, stagista a Rete Veneta come montatore e cineoperatore, autore per il sito Fanpage e adesso blogger per Urban Post.

Ogni tanto bazzica per Rai2 a L'ultima parola, dove partecipa all'anteprima web e in trasmissione come pubblico; non solo preferisce andare come semplice spettatore a Quelli che trasmissione preferita da quando a condurla c'è Victoria Cabello.

Il suo sogno? Fare la televisione!

Bersani e Renzi oggi a Firenze al Teatro ObiHall

Spunta la grana dal Monte