in

Tiberio Timperi contro Barbara D’Urso: “Noi? Siamo diversi da lei e la sua TV scabrosa”

Non usa mezzi termini Tiberio Timperi per attaccare la concorrenza. Mentre Barbara D’Urso si gode l’estate 2018, lavora al ritorno de La Dottoressa Giò e promette sorprese per quanto concerne la nuova edizione di Domenica Live, Timperi – in una recente intervista – parla del suo futuro e del suo ritorno a La vita in diretta. Il conduttore televisivo considerato a tutti gli effetti un uomo Rai prenderà il posto di Marco Liorni: “Marco l’ho visto di recente. Sono molto contento perché può sperimentare una sua idea. Basta con tutti questi format stranieri importati. Anche io ne ho una di idea. Un indizio? Sono cresciuto a pane e motori…” Dunque, per Timperi c’è La Vita in Diretta. Ma lui teme la concorrenza di Canale 5? Ecco come risponde.

Leggi anche: Tutte le curiosità sul mondo della TV con UrbanPost

tiberio timperi sanzione rai

Tiberio Timperi contro Barbara D’Urso: “Noi siamo diversi”

Quando gli si fa notare, a Timperi, che contro La vita in diretta ci sarà una forte concorrenza qual è, appunto, Pomeriggio 5, il conduttore della Rai sentenzia così: “Io sono in competizione con me stesso. Non guardo chi c’è dall’altra parte. Testa bassa e pedalare. E poi a noi di Raiuno non ci interessa far vedere quei particolari così morbosi.” E a La Vita in Diretta, Tiberio ritroverà Francesca Fialdini: “Beh prima anche la Fialdini mi aveva lasciato, quindi la ritrovo. Comunque, a prescindere dai balletti tv, con Ingrid siamo stati due gusci di una stessa noce, perfettamente incollati e coesi.”

Tiberio Timperi e la beneficenza: arriva Una Voce per Padre Pio 2018

Tiberio Timperi lo confessa senza mezze parole: “Sì è vero, non sono devoto, tuttavia rispetto chi lo è e mi unisco a loro quando il fine è aiutare chi ha bisogno.” Ed eccolo lì, infatti, alla guida di Una voce per Padre Pio, il programma di Raiuno giunto all’edizione numero 19. Per Timperi si tratta di un ritorno, dopo averlo battezzato all’inizio, dice con orgoglio. E a chi gli chiede se si senta l’erede di Massimo Giletti, Timperi risponde: “Dovrebbe sentirsi lui mio erede, io ho iniziato prima.”

Written by Andrea Paolo

46 anni, nato in provincia di Reggio Calabria, emigrato negli anni '80 al nord, è laureato in scienze politiche. Ha lavorato come ricercatore all'estero e studia da anni la criminalità organizzata. Per UrbanPost si occupa di news di cronaca e di gossip sui personaggi del mondo dello spettacolo.

Personale Ata 2018 stipendio

Personale Ata 2018, come scoprire il tuo punteggio e la posizione in graduatoria (GUIDA COMPLETA)

Pensione di cittadinanza

Pensioni 2018, opzione donna si estende anche agli uomini? Ecco l’ultima proposta e cosa prevederebbe