in ,

Ticket sanitario esenzione: verrà abolito? Ecco le intenzioni della Ministra Beatrice Lorenzin

La Ministra della Salute Beatrice Lorenzin sembra intenzionata a rivedere i meccanismi del ticket sanitario e la sua possibile abolizione in virtù delle fasce più deboli della popolazione. Il pagamento del ticket venne introdotto nei lontani anni ’80 dall’allora Governo De Mita allo scopo di fronteggiare la spesa sanitaria, ma con la stabilità dell’economia odierna, questa pratica non sembra essere più necessaria.

Come ha sottolineato la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin: “I ticket valgono 3 miliardi sui 113 del Fondo sanitario nazionale“. In questo modo esiste la possibilità che il ticket sanitario possa essere abolito in via definitiva. I governi delle singole regioni sembrerebbero appoggiare questa iniziativa se questa non andrà a gonfiare la spesa a loro carico ed è proprio con loro che la Ministra Lorenzin dovrà discutere.

Il ticket sanitario non è altro se non una quota prevista che il cittadino deve pagare per accedere ai livelli essenziali di assistenza sanitaria. Il pagamento può riguardare i farmaci, le prestazioni specialistiche, le cure termali e di pronto soccorso. In alcuni casi, come previsto proprio dai nuovi LEA, alcuni cittadini che versano in specifiche condizioni, come sieropositività o gravidanza, sono esenti dal pagamento.

[dicitura-articoli-medicina]

Amicizia tra uomo e donna, molto improbabile secondo la scienza

Amicizia tra uomo e donna? Non esiste o è molto improbabile, lo conferma la Scienza

Amanda Knox giornalista nuovo lavoro

Amanda Knox oggi: Donald Trump infuriato con lei per questo motivo