in

Chi è Toni Iwobi, il primo senatore di colore italiano eletto con la Lega e ‘bacchettato’ da Balotelli

Chi è Toni Iwobi, il primo senatore di colore italiano eletto, paradossalmente, al Senato della Repubblica Italiana con la Lega? Ha 62 anni, nato in Nigeria ma italiano e bergamasco a tutti gli effetti e da ieri è il primo italiano di colore ad entrare nel Senato della Repubblica. Non solo, Iwobi da 25 anni è iscritto alla Lega e dopo l’elezione a senatore ha ringraziato via Facebook il leader del suo partito, Matteo Salvini, definendolo “Un grande leader che ha portato la Lega a diventare la prima forza di centrodestra del Paese!”.

Leggi anche: I risultati delle Elezioni Politiche 2018

Chi è Toni Iwobi: il primo senatore di colore italiano

Toni Iwobi, nella giornata di ieri, ha voluto annunciare la sua vittoria con un lungo messaggio su Instagram: “Amici, è con grande emozione che vi comunico che sono stato eletto Senatore della Repubblica! Dopo oltre 25 anni di battaglie nella grande famiglia della Lega, sta per iniziare un’altra grande avventura! I miei ringraziamenti vanno a Matteo Salvini, un grande leader che ha portato la Lega a diventare la prima forza di centrodestra del Paese!”  Iwobi, responsabile immigrazione per il Carroccio, le politiche anti-immigrazione del suo partito non sono un problema. “Io voglio un’immigrazione regolare – dice agli organi di stampa il senatore bergamasco -. Noi leghisti vogliamo risanare l’immigrazione, la vogliamo controllata, non siamo contro le persone, ma contro gli irregolari”. E Matteo Salvini commentando la notizia che ha fatto il giro dei siti di informazione sul suo profiilo Facebook ha scritto: “Il razzismo in Italia è solo a sinistra”.

Balotelli su Instagram

Chi è Toni Iwobi: la sua biografia

Toni Iwobi, 62 anni, da 25 militante del Carroccio, di professione piccolo imprenditore nel settore della sicurezza e dei servizi informatici. Due lauree, vive con la moglie Lucia e i figli Elisabetta e Clifford a Spirano – e come scrive La Repubblica –  centro di cinquemila abitanti della Bassa bergamasca e tra le roccaforti della Lega: con 6.194 preferenze è risultato tra i più votati della Lega per il Consiglio regionale della Lombardia. Giunto in Italia con un visto da studente nel 1976, il neosenatore del Carroccio ci tiene a ripercorrere il suo iter di “immigrazione legale”. Di madrelingua inglese, si è diplomato a Manchester in economia aziendale con specializzazione in marketing, sales & business management e ha poi ottenuto un diploma di analista contabile a Treviglio (Bergamo). Ottenuta una prima laurea in Computer information science, in Italia si è laureato in Scienze dell’informazione.

Elezioni 2018 risultati, Berlusconi stuzzica Salvini: “Io resto il regista del centrodestra”

Governo ultime news, M5S e Lega non si accordano: incarico a Fico o a Salvini

Elezioni 2018 risultati, Salvini al Corriere della Sera: “Nessun accordo con il M5S, linee programmatiche per rilanciare l’Italia”