di Sabina Schiavon in

Come trovare lavoro all’estero? 5 errori da evitare



 

Volete trovare lavoro all’estero? Ecco 5 errori da evitare assolutamente

trovare lavoro all'estero errori

Trovare lavoro all’estero, quali sono i peggiori errori da evitare? Se vi abbiamo già dato tutti i consigli utili per trovare lavoro in Svizzera, quest’oggi ci soffermiamo su tutte quelle cose da non fare assolutamente. Nonostante l’altissima presenza di persone alla ricerca di un lavoro fuori dall’Italia, infatti, non tutte riescono nell’impresa: ecco allora qualche suggerimento pratico.

Cosa fare per trovare lavoro all’estero? Se in Italia risulta spesso difficile, fuori dai confini potrebbe esserlo ancora di più se non ci si impegna a dovere. Qui di seguito analizzeremo cinque tra gli errori più comuni fatti da chi è alla ricerca di un impiego fuori dalla nostra Penisola, sviste che potrebbero precludere molte possibilità di lavoro. 1. Sottovalutare la mansione per cui ci si sta candidando: chi è alla ricerca di un lavoro al di fuori dall’Italia tende, sempre più spesso, ad inviare la propria candidatura quasi indistintamente. Non può esserci errore più grande. Trovare lavoro all’estero è un vero e proprio progetto di vita, motivo per cui bisogna dare molto peso alle richieste dei diversi annunci. E’ richiesta un’ottima padronanza di una lingua straniera ma il vostro livello è base? Allora lasciate perdere: meglio impegnarsi in obiettivi più mirati e, solo in un secondo momento, ambire a qualcosa di meglio. 2. Dare poca importanza al Curriculum Vitae: un CV curato, professionale ma non eccessivo è la chiave per arrivare ad un colloquio. Presentare un documento poco rifinito, incompleto o approssimativo è di certo un grosso errore.

3. Mentire: se la trovata di raccontare qualche bugia sul CV non è di certo nuova, può essere deleteria se si è alla ricerca di un lavoro all’estero. In buona parte dei Paesi europei (e non solo) vige la meritocrazia, motivo per cui i “furbetti” non tardano ad essere stanati. 4. La questione “lingua”: per un italiano che cerca lavoro all’estero la lingua può essere sicuramente un problema. Anche in questo caso, mentire o scherzare su questa cosa durante un colloquio è sicuramente uno tra i peggiori errori che si possano fare. E’ buona cosa tenere presente, infatti, che all’estero la lingua straniera è (spesso) quella parlata comunemente e quindi estremamente necessaria per svolgere al meglio le proprie mansioni. 5. Inserire obiettivi specifici all’interno del CV: mai porre limiti a chi legge il vostro Curriculum Vitae. Spesso, infatti, si tende a fare l’errore di inserire un obiettivo o una mansione precisa all’interno del CV: in questo modo, qualora il datore di lavoro avesse una proposta differente vi scarterebbe a priori.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook