in ,

Trovato impiccato l’uomo accusato di aver violentato la figlia di 14 anni: il cadavere in una vecchia chiesa

Trovato morto impiccato l’uomo accusato di avere violentato la figlia di 14 anni a Cassino. La notizia è di poco fa: l’uomo – un 50enne agente di polizia penitenziaria in servizio in provincia di Frosinone, residente in un paese del Cassinate, con problemi economici ed il vizio del gioco d’azzardo – era stato allontanato temporaneamente dalla famiglia in un paesino a 20 km da Cassino, in attesa che la magistratura portasse a compimento le indagini a suo carico. All’uomo era stato imposto il braccialetto elettronico e il divieto di non avvicinarsi alla moglie e alle figlie.

La figlia di 14 anni aveva rivelato in un tema di italiano di essere stata stuprata dal padre mentre si trovava in casa, malata, sola con lui. Da lì erano scattate le indagini e l’uomo subito allontanato da casa. L’indagato secondo l’ultim’ora sarebbe stato trovato poco fa, senza vita, morto impiccato all’interno di una vecchia chiesa nel Frusinate. I presunti abusi sarebbe ro avvenuti nella sua cameretta nell’estate del 2017 – quando aveva 13 anni – dove il papà si sarebbe introdotto mentre gli altri familiari dormivano.

“Sono stata stuprata da papà, la prima volta fu in un giorno in cui non mi sentivo molto bene e non sono andata a scuola”, si leggerebbe in uno stralcio di quel tema-confessione, dove la minorenne avrebbe spiegato le violenze subite dal padre “ogni volta che rimanevamo io e lui soli”. Il magistrato non ha avuto dubbi sulla veridicità delle sue dolorose rivelazioni: i gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, ha spiegato, emergono “con evidenza dalle parole scritte e dalle confidenze fatte” dalla ragazzina all’insegnante e ai suoi familiari e non ci sono motivi “per dubitare sull’attendibilità delle agghiaccianti confidenze”.

I dettagli di questa terribile storia, leggi: Cassino 14enne violentata dal padre: la sconvolgente rivelazione nel tema di italiano

Le notizie sull’accaduto sono ancora frammentarie: sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Pontecorvo e i colleghi della stazione di Roccasecca. Il Gip del Tribunale di Cassino aveva allontanato l’uomo dalla casa familiare dopo la rivelazione sconvolgente della figlia 14enne, che lasciava ipotizzare che i presunti abusi l’uomo li avrebbe rivolti anche all’altra figlia maggiore. Quando la madre della 14enne è stata convocata dal Gip, infatti, avrebbe definito il rapporto con il marito “normale e sereno”, sebbene minato da qualche lite per motivi economici o per l’uso eccessivo di sostanze alcoliche, ammettendo inoltre di aver messo in guardia la figlia di “non rimanere in casa da sola con il padre” e raccontando di un episodio simile accaduto alla sua seconda figlia, ora 28enne. In quell’occasione il marito le avrebbe promesso che “non si sarebbero più verificati fatti analoghi”.

MILANO FINTO TAXI TURISTA VIOLENTATA

Milano arrestato tassista abusivo: avrebbe violentato due giovani donne

cadavere italiano smembrato

Thailandia trovato cadavere smembrato: è di un italiano di Sondrio