di Michele Iacovone in ,

Truffa, si fa consegnare 2600 euro per curare la figlia affetta da cancro, ma era tutto falso


 

Un uomo spagnolo di 44 anni è stato arrestato dopo una truffa ai danni di una donna conosciuta sul web: fingeva di avere una figlia malata di cancro

Truffa, si fa consegnare 2600 euro da una donna per curare la figlia dal cancro

Un uomo spagnolo di 44 anni è stato arrestato per truffa nei confronti di una donna conosciuta sul web. In poco tempo aveva instaurato una solida amicizia e dopo averle raccontato della malattia della sua piccola figlia, affetta da un cancro, le aveva chiesto 2600 euro per poter pagare le prime cure alla bambina, ma era tutto falso.

L’autore della truffa, un uomo di 44 anni e di origine spagnola, in poco tempo aveva attirato la donna nella sua rete, raccontandole della terribile malattia di cui era affetta sua figlia. Dopo averle chiesto la somma di 2600 euro per poter pagare le prime cure, si erano dati appuntamento per la consegna del denaro. L’uomo si è fatto consegnare i soldi in cambio di una lettera tramite la quale si impegnava a restituire la somma prestata.

Non appena ricevuta, però, ha bloccato sui social la sua benefattrice dopo averle dato solo alcune risposte evasive, e successivamente è svanito nel nulla. La donna ha così sporto denuncia alle autorità e dopo una serie indagini l’uomo è stato individuato nella città di Xativa, in provincia di Valencia, e tratto in arresto con l’accusa di truffa. Durante le conversazioni tra i due, l’uomo sosteneva di essere un poliziotto e per rendere la storia più vera, le aveva inviato alcune presunte fotografie della figlia malata. In realtà il soggetto era già noto alle forze dell’ordine per truffe simili ai danni di altre persone.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook