di Maria Concetta Distefano in ,

Tumori al seno, l’allarme dei ricercatori: “Si teme un’epidemia”


 

Desta allarme la notizia che proviene dagli Stati Uniti da parte dei ricercatori del National Cancer Institute Usa, sui tumori al seno. Secondo le ultime previsioni si teme che i casi di cancro saranno talmente tanti da far pensare ad un’epidemia

Tumore al seno pillola illumina

I ricercatori del National Cancer Institute Usa hanno lanciato l’allarme sull’incidenza dei tumori al seno. Secondo le ricerche effettuate, i tumori al seno saliranno del 50%, determinando un’epidemia per le donne americane e per quelle degli altri Paesi industrializzati. Le previsioni di questa impennata preoccupante riguarderà i tumori positivi agli estrogeni, mentre le neoplasie mammarie “negative agli estrogeni” caleranno, passando dall’attuale 19% al 7%.

L’oncologo-epidemiologo Philip Rosenberg ne l presentare i dati della ricerca al meeting dell’America Assciation per la ricerca sul cancro ha spiegato che “Nel 2011 i casi di cancro al seno sono stati 283.000, nel 20130 saranno 441.000. Quello della mammella è il tumore più diffuso negli Usa”. Lo scienziato ha inoltre aggiunto che “Il continuo incremento di questo tipo di neoplasia dipende da un lato dall’allungamento della vita media e dall’invecchiamento delle baby -boomer, dall’altro da fattori di stile di vita che influenzano specialmente i tumori collegati agli estrogeni”.

La Preventive Task Force per far fronte a queste tremende previsioni ha stabilito nelle linee guida degli esami diagnostici che le donne tra i 50 e i 74 anni facciano l’esame mammografico ogni due anni.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook