in ,

Tutto può succedere 3 anticipazioni settima puntata: cosa succederà oggi 30 luglio 2018?

Dalla qualche settimana – esattamente da lunedì 18 giugno 2018 – sono tornate le avventure di Tutto può succedere con la terza stagione che vede protagonista la famiglia Ferraro. Un appassionante viaggio nel complesso rapporto figli-genitori che porta sul piccolo schermo il grande spettacolo della vita. Grande attenzione, come nelle precedenti edizioni, per la musica composta da Paolo Buonvino che firma con Giuliano Sangiorgi anche il brano della sigla “Tutto può succedere” interpretato dai Negramaro. Ecco cosa succederà oggi durante la settima puntata in onda su RaiUno lunedì 30 luglio 2018.

Leggi anche: Tutte le curiosità su Tutto può succedere 3

Tutto può succedere 3 anticipazioni settima puntata: cosa succederà oggi?

Cosa succederà oggi durante Tutto può succedere 3? Sara si sente il terzo incomodo tra Francesco e la sua famiglia e non sa cosa fare. Carlo decide di lanciarsi nel mondo della discografia insieme a Thony, mettendo ulteriormente in crisi il rapporto con Feven. Intanto, Andrea torna nella vita di Ambra e le chiede una seconda occasione. Ora che il peggio è passato, Alessandro è sempre più geloso di Simone e teme che Cristina si stia allontanando da lui. Federica e Luigi muovono i primi passi nella loro nuova relazione.

Tutto può succedere 3 anticipazioni settima puntata del 30 luglio 2018

Quando Cristina si mette in viaggio con Simone senza dare spiegazioni, Alessandro parte a cercarla insieme a Carlo. Intanto, anche se Sara non lo sa, Francesco arriva alla resa dei conti con Monica mentre Ambra e Andrea devono prendere una decisione importante per il loro futuro e quello del bambino. Il rapporto tra Federica e Luigi cresce di giorno in giorno, ma la prospettiva di una nuova partenza di lei si fa sempre più vicina.

MATTEO SALVINI VOLO DI STATO

Matteo Salvini intervista al Times: “Nostro Governo sarà giudicato dal numero di nuovi nati”

Consultazioni Governo 2018

Sergio Mattarella: “I migranti sono i nuovi schiavi”, è caos