in ,

Tutto può succedere 4 news, la fiction Rai ci sarà? Ecco la verità e le ultimissime

Ieri si è concluso Tutto può succedere 3, terzo capitolo della fortunata fiction Rai che ha premiato, in termini di ascolti, le reti della televisione pubblica durante gli ultimi anni. Eppure, Tutto può succedere 4 non si farà. La serie prodotta da Cattleya che vede protagonisti, tra gli altri, Maya Sansa, Pietro Sermonti, Camilla Filippi e Alessandro Tiberi, ha chiuso i battenti. In onda dal dicembre del 2015, la fiction, nonostante l’ottima sceneggiatura ed un cast di validi attori non è mai riuscita a sbancare l’Auditel, attestandosi su medie inferiori alle aspettative della rete. Da qui la decisione di programmare la terza serie non più in piena stagione, ma in estate. Tutto può succedere 3 ha portato a casa una media di appena il 14% di share. I bassi ascolti dell’ultimo capitolo non sembrano aver contribuito alla scelta di chiudere la serie, il cui destino -come annunciato dal regista Lucio Pellegrini sulle pagine de La Verità – era già stato scritto da tempo. “No, non ci sarà una quarta stagione e spiace anche a noi. Ma già all’inizio erano state programmate tre stagioni. La storia si conclude, ma è stata una bella avventura per tutti”.

Tutto può succedere, il parere del regista

Pellegrini ammette anche di non aver apprezzato la scelta di programmare il terzo capitolo di Tutto può succedere in piena estate, e attribuisce la decisione della Rai ad una probabile crisi del genere family. “La Rai ha voluto contro-programmare i mondiali di calcio. Non il massimo. Era pronta da poco, forse poteva partire un mese prima. Su RaiPlay la settimana precedente alla messa in onda ha avuto 2.5 milioni di visualizzazioni. […] Da quando E’ arrivata la felicità è stata interrotta causa bassi ascolti si è pensato che il genere family non tirasse più. E ci si è concentrati sul giallo o sul noir.”

Tutto può succedere e Parenthood: le differenze secondo il regista

A La Verità, il regista Pellegrini spiega ancora: “Cattleya ha proposto di fare l’adattamento di Parenthood, la storica serie americana a sua volta tratta dal film diretto da Ron Howard. Nella prima stagione siamo rimasti più aderenti alla storia e abbiamo fatto un casting molto preciso degli attori. Poi abbiamo scelto strade più autonome, cercando di mantenere una certa fedeltà alle caratteristiche di freschezza e di verità dell’originale.”

Replica Tutto può succedere 3 ultima puntata del 6 agosto: come vedere il video integrale

The Good Doctor anticipazioni quarta puntata del 7 agosto 2018: ecco cosa succederà