in ,

Uccisa in hotel a Dalmine: il killer si è costituto, svelato il movente del delitto

Dalmine donna uccisa in hotel. Un delitto avvenuto al culmine di una furibonda lite, la vittima è stata uccisa dall’uomo con cui aveva una relazione. Un legame che voleva interrompere.

Il presunto assassino è un uomo di 61 anni, bergamasco di Bottanuco, che dpo l’omicidio avrebbe chiamato i carabinieri e si sarebbe costituito. La vittima è una donna una nigeriana di 37 anni. Sembra ormai acclarato che il movente del delitto è di natura passionale: secondo le nuove indiscrezioni di cui è l’Ansa a dare notizia, infatti, “la nigeriana, irregolare in Italia e che viveva a Dalmine, faceva infatti la prostituta, ma i due si vedevano con regolarità da ormai due anni”.

Potrebbe interessarti anche: Verginità all’asta, modella italiana fa dietrofront: l’inaspettata dichiarazione

La donna aveva una relazione con l’uomo che pare avesse conosciuto perché aveva lavorato in passato come badante dalla madre. Lui ieri mattina l’avrebbe uccisa con un colpo di pistola dopo una lite, presumibilmente perché la 37enne gli aveva comunicato la sua intenzione di interrompere la loro frequentazione. L’omicidio si è consumato ieri mattina in una camera dell’hotel ‘Daina’ a Dalmine, dove la coppia era giunta separatamente la sera prima.

Paola Caruso a Pomeriggio 5

Paola Caruso a Domenica Live: “Sono stata adottata e non conosco i miei genitori naturali”

ginecologa rifiuta paziente

Napoli paziente si lancia da finestra al quinto piano dell’ospedale: sconcerto in reparto