in ,

Udine Rosetta sgozzata e data alle fiamme: importante ritrovamento nella casa del delitto

Omicidio a Udine: Rosetta sgozzata e data alle fiamme. Chi la odiava a tal punto da farle fare una così orrenda fine? Con alta probabilità la 72enne uccisa in casa venerdì scorso a Beivars, piccola frazione di Udine, conosceva il suo assassino. La Procura di Udina idaga per il momento per omicidio volontario a carico di ignoti e i carabinieri del Ris di Parma, insieme agli uomini del Reparto investigativo del nucleo operativo di Udine e ai militari della scientifica, hanno già effettuato i primi accertamenti investigativi sulla scena del crimine.

L’abitazione era messa a soqquadro, il killer – i primi indizi rinvenuti lo fanno ipotizzare – voleva cancellare delle tracce importanti. La vittima infatti di recente aveva sporto denuncia perché si sentiva perseguitata. E nella sua casa, dove ha trovato la morte, i Ris avrebbero trovato, in parte bruciate, le denunce che Rosetta aveva sporto contro ignoti, in cui rivelava di aver notato croci formate con legni e sale grosso ed altri segni minacciosi nell’ingresso di casa. Era una donna molto schiva – così la descrivono i vicini di casa – che difficilmente avrebbe dato confidenza a degli estranei, né li avrebbe fatti entrare in casa. Era preoccupata negli ultimi tempi, e c’è ragione di pensare che probabilmente l’assassino è la stessa persona che la faceva sentire insicura, in pericolo.

Udine donna trovata carbonizzata in casa, news autopsia: no incidente, è stata sgozzata

Dalle prime indagini è emerso che l’impianto di sorveglianza esterno è stato messo fuori uso. Nessuna ipotesi al momento viene esclusa, potrebbe infatti essersi trattato di una rapina finita male. Il killer cercava qualcosa in quella casa, ha frugato dappertutto. Il coltello con il quale la vittima è stata sgozzata non è stato rinvenuto. In cucina sono stati trovati diversi barattoli di vernice, sostanza usata forse per accelerare la combustione del cadavere della donna. “La notizia del taglio alla gola fornitaci dal medico legale inquadra la fattispecie in un omicidio volontario”, ha fatto sapere il procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolò. “I contorni sono tutti da scoprire”, ha aggiunto, “Era per noi fondamentale preservare la scena del crimine incontaminata e raccogliere più elementi possibili, mentre stiamo ricostruendo chi fosse la vittima, che vita conducesse, se avesse nemici”. Le indagini vanno avanti a tutto campo.

Liste Pd Camera e Senato elezioni politiche 2018

Elezioni 2018 news, tutti i candidati del Partito Democratico: ecco chi concorrerà alla Camera e al Senato

Diretta TV Roma - Verona

Diretta Roma – Sampdoria dove vedere in televisione e streaming gratis Serie A