in

Ultime news esteri: scontri a Gaza, almeno 7 morti e oltre 500 feriti

E’ un venerdì santo di sangue in Palestina, oggi. Almeno sette palestinesi sono stati uccisi e centinaia di altri sono rimasti feriti durante gli scontri con le forze israeliane a Gaza. In migliaia hanno marciato oggi vicino al confine della striscia con Israele in una grande manifestazione che ha segnato il 42° anniversario della Giornata della Terra. Fonti dell’esercito israeliano parlano di migliaia di palestinesi in rivolta in sei luoghi lungo la Striscia di Gaza, “bruciando gomme, lanciando sassi alla barriera di sicurezza e verso le truppe israeliane che rispondono con mezzi di dispersione e sparando verso i principali istigatori”. Al Jazeera fornisce dettagli su alcune delle vittime degli scontri, tutte palestinesi. Una prima vittima, Mohammed Najjar, di 25 anni, è stata colpita allo stomaco in uno scontro a fuoco a est di Jabalia nella parte settentrionale della Striscia di Gaza, mentre Mahmoud Muammar, 38 anni, e Mohammed Abu Omar, 22 anni, sono stati entrambi uccisi a colpi di arma da fuoco a Rafah. Le altre vittime sono Ahmed Oudeh, 19 anni, Jihad Freneh, 33 anni, e Mahmoud Saadi Rahmi, 33 anni.

scontri palestina venerdì santo 2018

Secondo l’emittente araba sono più di 550 i palestinesi rimasti feriti dopo che le forze israeliane hanno sparato munizioni ai manifestanti e usato gas lacrimogeni per respingerli da una recinzione fortificata, lo riferisce la Mezzaluna Rossa palestinese. Adalah, un centro legale per i diritti dei palestinesi in Israele, ha condannato l’uso della forza da parte delle forze israeliane, definendolo una violazione del diritto internazionale. «Il fuoco armato su civili disarmatiafferma in una nota -rappresenta una brutale violazione dell’obbligo legale internazionale di distinguere tra civili e combattenti». La manifestazione del venerdì commemora la Giornata della Terra, che ricorda il giorno – il 30 marzo 1976 – in cui sei cittadini palestinesi disarmati di Israele sono stati uccisi dalle forze israeliane durante le proteste contro la decisione del governo israeliano di espropriare massicci appezzamenti di terra palestinese.

I media israeliani parlano di otto morti. Secondo Haaretz “circa 20.000 palestinesi si sono radunati nella Striscia di Gaza venerdì durante la “Marcia del ritorno”, una serie di proteste di massa lungo il confine tra Israele e Gaza”. Il portavoce dell’esercito israeliano ha detto alla Reuters: «Le Forze di Difesa israeliane hanno resistito usando metodi per disperdere le proteste, quando alcuni degli individui che sono stati sobillati dai leader della protesta e dalle forze di sicurezza hanno tentato di violare la sovranità israeliana e infiltrarsi nel territorio israeliano o di violare le infrastrutture israeliane, intendendo il muro di sicurezza, sono stati presi di mira dalle forze di difesa israeliane».

(notizia in aggiornamento)

Written by Andrea Monaci

46 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, economia e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Terza edizione bioupper

Bando startup BioUpper 2018, comincia la terza edizione

massimo bossetti motivazioni sentenza appello

Caso Yara Massimo Bossetti Cassazione: udienza il 12 ottobre