in ,

Ultimi sondaggi elettorali, coalizioni e voto utile: Centrodestra in vantaggio su Centrosinistra e M5S

Gli ultimi sondaggi elettorali resi noti dagli istituti demoscopici si concentrano sulle coalizioni e sul cosiddetto voto utile. L’indagine realizzata dalla Nasi Consulenze per conto di Libero Quotidiano ha formulato ad un campione di 800 persone (contatti 3301, rifiuti/sostituzioni 2011) raggiunte con il metodo delle interviste telefoniche su questionario informatizzato la seguente domanda:

  • “Parliamo delle prossime Elezioni Nazionali del 2018. Se domani ci fossero le elezioni, lei, idealmente, fra le tre realtà concrete che ci sono oggi, per chi voterebbe?”

Centrodestra in testa nelle intenzioni di voto

Il Centrodestra resta primo nelle preferenze degli italiani, con il 35% delle intenzioni di voto. Il Centrosinistra verrebbe invece scelto dal 33% degli interpellati, mentre il Movimento 5 Stelle dal 27%. Il 5% invece, darebbe il suo voto a formazioni politiche al di fuori delle coalizioni. Ancora alto il numero degli indecisi e di coloro che dichiara di non voler andare a votare: sono il 33% degli interpellati.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Scenari di coalizione e voto utile

Il sondaggio di Nasi Consulenze ha poi formulato una seconda domanda, relativa al cosiddetto “voto utile”:

  • “Lei ha espresso la sua preferenza, ma se poco prima delle elezioni si vedesse che i due più probabili vincitori saranno gli altri due contendenti, lei cosa farà, aiuterà qualcuno?”

La risposta ha preso in considerazione i vari scenari di coalizione. In ogni caso, ad avvantaggiarsi è sempre il Centrodestra, mentre a seconda della geometrie delle alleanze, i più penalizzati sarebbero

  • Il Pd nel caso di mancata coalizione con gli alleati di centrosinistra: perderebbe il 4% dei consensi.
  • il Movimento 5 Stelle nel caso il Centrosinistra corra unito: perderebbe il 4% dei consensi rispetto allo scenario di coalizioni compatte.

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

concorso banca d'italia 2017

Concorso Banca d’Italia 2018 bando: 76 posti disponibili, ecco requisiti, prove di esame e scadenza domanda (GUIDA)

Diplomati magistrale concorso riservato 2018

Diplomati magistrale, concorso riservato per i docenti esclusi da GaE? Le ultimissime