in

Ultimi sondaggi elettorali, EMG Acqua: Centrodestra sempre primo, astensione in calo

Il Centrodestra è sempre saldamente primo nelle intenzioni di voto degli italiani, tra cui cala il numero degli indecisi. E’ la fotografia scattata dalla rilevazione di EMG Acqua, tra gli ultimi sondaggi elettorali ad essere stati diffusi. Il sondaggio, realizzato per conto dell’emittente tv La7, è stato svolto su un campione scelto di popolazione italiana maggiorenne, 1.742 casi su un totale di 2.000 contatti (tasso di risposta: 87%). Dalla rilevazione emerge il consolidamento del Centrodestra come prima coalizione nelle intenzioni di voto, con il 37,5%. Il Centrosinistra è lontano quasi dieci punti e comunque di pochissimo avanti al Movimento 5 Stelle.

Ultimi sondaggi elettorali 2018

Le intenzioni di voto per i partiti

Ecco le intenzioni di voto per i partiti rilevate da EMG Acqua nel sondaggio diffuso oggi. La forza politica con più consensi resta il Movimento 5 Stelle, con il 27,2% dei voti. Staccato di ben quattro punti percentuali c’è il Partito Democratico, con il 23%. Quindi la quarta piazza è di Forza Italia, con il 15,8% delle intenzioni di voto. Segue la Lega di Matteo Salvini, al 14,3%, quindi c’è un “salto” di quasi dieci punti per arrivare a Liberi e Uguali che attualmente riceverebbe secondo EMG il 5,4% dei voti degli italiani. Subito a ruota c’è l’ala destra di Berlusconi, Fratelli d’Italia, con il 4,6%, mentre la costola centrale del Centrodestra, Noi con l’Italia-UDC avrebbe il 2,8%. Quindi a seguire ci sono Più Europa – Centro Democratico con Emma Bonino, all’1,9%, la Lista Insieme (Psi, Verdi, Area Civica), all’1,6%, la Civica Popolare con Beatrice Lorenzin all’1%, l’SVP allo 0,4%. Agli altri partiti minori al di fuori degli schieramenti andrebbe il 2% dei voti.

Berlusconi a Radio Anch'io

Voto alle coalizioni, astenuti e indecisi

Complessivamente la coalizione di Centrodestra sarebbe al 37,5%. Sono quasi dieci punti sopra il Centrosinistra, al 27,9% nel suo complesso e non lontana da quel 40% – ben distribuito sul territorio – che può garantire la maggioranza dei seggi in Parlamento. Secondo questa ultima rilevazione di EMG Acqua, inoltre, gli astenuti sarebbero in calo rispetto ai dati rilevati dagli ultimi sondaggi elettorali, sotto al 32% (precisamente al 31,9%). Infine, se si votasse domani, gli indecisi sarebbero il 12,7%, mentre le schede bianche e nulle il 2,1%.

Senza una maggioranza, ritorno alle urne

«Deciderà il Presidente della Repubblica, ma il ragionamento che fa Berlusconi, e cioè che se non ci sono i numeri è giusto che si torni a votare, mi trova d’accordo: è giusto così». Così Matteo Renzi intervistato da Agorà si è detto d’accordo con Silvio Berlusconi che ieri aveva indicato nel ritorno al voto la strada preferita nel caso in cui nessuno degli schieramenti ottenga una maggioranza parlamentare il 4 marzo.

Leggi anche: Ultimi sondaggi elettorali, Index Research: le intenzioni di voto degli italiani

 

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

renzo rubino sanremo 2018

Renzo Rubino biografia e carriera: l’artista pugliese a Sanremo 2018 con “Custodire”

Claudio Baglioni contro Antonio Ricci

Sanremo 2018 scaletta e ospiti prima puntata del 6 febbraio 2018