in

Ultimi sondaggi elettorali, Euromedia Research: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Se si votasse oggi la distanza tra Lega e Movimento 5 Stelle sarebbe di quasi quattro punti. E’ davvero una conferma di come secondo le principali società di sondaggi il partito di Matteo Salvini stia guadagnando sempre più terreno sull’alleato di governo. Cercheremo di spiegarvi perché nel paragrafo sulle tendenze, intanto però tra gli ultimi sondaggi elettorali questo di Euromedia Research si distingue in particolare per i dati relativi al Centrodestra. Vediamo dunque quali sarebbero le percentuali dei partiti se si votasse oggi, venerdì 14 settembre 2018.

Percentuali dei partiti se si votasse oggi

Ecco dunque le percentuali dei partiti se si votasse oggi secondo l’ultimo sondaggio di Euromedia Research. Secondo la rilevazione dell’istituto milanese, la Lega-Salvini premier se si votasse oggi otterrebbe il 32% netto di consensi. Il distacco dal Movimento 5 Stelle, come detto, sarebbe di quasi quattro punti. Euromedia Research nel suo sondaggio infatti vede i pentastellati al 28,3%. A seguire dopo un salto di quasi dodici punti troviamo il Partito Democratico, al 16,9%. Quindi altro salto, questa volta di sei punti, per trovare Forza Italia accreditata di un 10,7% di consensi. Ci sono poi i partiti minori: Fratelli d’Italia secondo questa rilevazione sarebbe al 3,5%, Liberi e Uguali al 2,8%, +Europa di Emma Bonino al 2%, Noi con l’Italia UDC allo 0,9% così come gli altri partiti minori di Centrosinistra. Gli elettori indecisi o decisi per l’astensione secondo Euromedia Research sarebbero il 23,5%.

Ultimi sondaggi elettorali, Euromedia Research: le tendenze

La tendenza più evidente che emerge dal sondaggio Euromedia Research è l’allungo di Matteo Salvini. La sovraesposizione mediatica del leader della Lega soprattutto sulla questione migranti gli fa fare il pieno di consensi a destra, rosicchiando qualcosa a quel voto di protesta che il 4 marzo in parte era confluito nel Movimento 5 Stelle. I Pentastellati sono invece in difficoltà: secondo Euromedia Research sono sotto di oltre quattro punti rispetto alle politiche di marzo 2018. Perché è abbastanza facile spiegarlo. La linea “purista” di Di Maio, in particolare sui temi del lavoro ha allontanato il Movimento da quell’elettorato che l’ha scelto non per militanza ma per il desiderio di cambiamento e di “futuro”. Sull’economia e il lavoro Di Maio sta combattendo battaglie talvolta di giustizia sociale ma più spesso di retroguardia come quella sulla chiusura domenicale dei negozi. Questo sicuramente non ha pagato nel breve termine ma potrà forse dare frutti in termini di consensi a medio lungo termine. Il Partito Democratico secondo questo sondaggio continua ad indebolirsi e quel 16,9% è davvero pesante per il partito che fu di Matteo Renzi e non si sa di chi sarà. Forza Italia nel sondaggio Euromedia Research rispetto ad altre rilevazioni mostra ancora vitalità, nonostante quel 10,6% sia molto distante dal risultato delle politiche. Gli altri partitini sono marginali e tali restano, in particolare Liberi e Uguali che non approfitta della crisi dei Democratici per accrescere il proprio consenso elettorale.

Tutti i sondaggi su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Non può essere davvero lei”. La trovano così, tutta ‘sfatta’, sudata e ingrassata. Ultimamente la vita non le sorride e si sarà lasciata andare, ma noi la ricordiamo come una vera superstar… Cosa è successo il giorno in cui le sono state scattate queste foto?

Firenze: bambino di un anno ucciso con una coltellata dal padre