in ,

Ultimi sondaggi elettorali, Ipsos: intenzioni di voto degli italiani, cosa è cambiato dal 2013 al 2018 (GUIDA)

Interessanti i dati analizzati dall’istituto IPSOS in vista delle elezioni politiche 2018. Come è cambiata l’intenzione di voto degli italiani secondo gli ultimi sondaggi elettorali? L’analisi realizzata prende in esame tutto l’ultimo quinquennio e, nello specifico, inizia proprio dalle elezioni politiche 2013. Interessante il caso Pd e Lega: il partito di Matteo Salvini è quello ad aver maggiormente accresciuto i propri consensi.

Leggi anche: Tutte le news su Elezioni Politiche 2018

Ultimi sondaggi elettorali 2018: intenzioni di voto degli italiani, il caso “PD” e Lega Nord

Cosa ci dicono gli ultimi sondaggi elettorali 2018? Secondo un’analisi realizzata dall’istituto IPSOS per conto del Corriere della Sera il partito che ha subito maggiori variazioni di numero di votanti, nel corso degli ultimi cinque anni, è il Partito Democratico di Matteo Renzi.

Il caso Partito Democratico

Dal 2013 al 2018, infatti, gli elettori intervistati hanno dichiarato i seguenti dati: alle politiche 2013 il 25% ha votato il centrosinistra, numero che ritorna a oggi (a due mesi dal voto per le elezioni politiche 2018). Il picco si è toccato, invece, nel 2014 in occasione delle Europee con il 40%.

Il caso Centrodestra

Storia diversa per il centrodestra: secondo i sondaggi elettorali realizzati da IPSOS, infatti, il partito guidato da Silvio Berlusconi ha avuto un picco nel 2013 in qualità di PdL toccando il 21%. Da quando è solo Forza Italia, invece, si attesta sempre sul 16% e anche i dati dell’ultimo sondaggio lo confermano. Storia diversa per la Lega Nord passato dal 4% del 2013 a ben dieci punti percentuale in più in vista delle elezioni politiche 2018: al momento è al 14%.

Anche Fratelli di Italia ha avuto un incremento: il partito di Giorgia Meloni ha raddoppiato le sue preferenze passando dal 2 al 4% in vista delle prossime elezioni. La somma per il centrodestra, allo stato attuale in virtù di una coalizione, è al 34%.

Il caso Movimento 5 Stelle

E il Movimento 5 Stelle? Dal 2013 a oggi il partito di Beppe Grillo, con Luigi Di Maio candidato Premier, si è sempre attestato su una preferenza tra il 25 e il 30%. Anche i dati attuali confermano questa tendenza: gli intervistati da IPSOS, infatti, hanno dichiarato per il 28% di voler votare Movimento 5 Stelle.

Gli astenuti, un dato sempre in crescita

Infine, ultima indagine per quanto concerne la posizione degli indecisi/astenuti, spesso e volentieri il “partito” più preoccupante per le elezioni politiche 2018: il picco si ha avuto alle elezioni europee 2014 con il 40%  mentre alle politiche 2013 il dato era pari al 27%. In vista delle elezioni politiche 2018, invece, i numeri sono leggermente più preoccupanti: ben il 34% si dichiara indeciso – astenuto.

Movimento 5 Stelle primo nel proporzionale, Forza Italia cresce

Il Movimento 5 Stelle resta primo nelle intenzioni di voto nel proporzionale. Il movimento che ha indicato Luigi Di Maio come candidato premier ottiene secondo Bidimedia il 27% tondo, saldamente al comando davanti al Partito Democratico, ancora in discesa, al 24,1%. Allunga dunque il Movimento 5 Stelle, unico a crescere secondo Bidimedia insieme a Forza Italia: il partito di Silvio Berlusconi sarebbe al 16,1% dei consensi, un risultato più alto di quello rilevato da altri sondaggi elettorali. Lo stesso Berlusconi sostiene da tempo che Forza Italia, nei sondaggi, sia accreditata di un risultato inferiore a quello potenziale e nel frattempo lancia la campagna di affissioni con i grandi manifesti 6×3 che utilizzò per la prima volta nel lontano 1994.

La terza piazza nel voto proporzionale spetta, secondo Bidimedia, alla Lega di Matteo Salvini che otterrebbe il 12,9%, un risultato inferiore rispetto a quello di altre recenti rilevazioni. Al quarto posto Liberi e Uguali di Pietro Grasso al 5,9%, quindi Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni al 4,5%, quindi Noi con l’Italia-UDC al 2,5%. Tra gli alleati del Pd c’è da segnalare l’1,5% raccolto da +Europa di Emma Bonino, mentre la Civica Popolare di Beatrice Lorenzin si fermerebbe all’1,4% e i socialisti-verdi di Insieme all’1%.

Meteo domani e prossimi giorni: neve in arrivo, ecco dove

Elezioni 2018 Di Maio

Elezioni 2018 news, Parlamentarie M5S al via e programma elettorale: “Voto online per garantire la massima trasparenza”